Democrazia apartitica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Una democrazia apartitica è una forma di democrazia rappresentativa in cui non esistono partiti politici e i rappresentanti vengono eletti a titolo personale. Sono esempi di democrazie apartitiche in generale tutte le forme di democrazia antica e di democrazia diretta, fra cui la democrazia ateniese e l'assemblea generale del diritto barbarico. Fra gli stati moderni, figurano la prima repubblica francese e gli Stati Uniti nella prima fase dopo la rivoluzione americana, Nauru e molte suddivisioni territoriali di stati federali. In linea teorica, si possono considerare forme di democrazie apartitiche alcuni stati monopartitici in cui i candidati si presentano personalmente e non come candidati del partito come Cuba e la Repubblica popolare cinese.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Abizadeh, Arash. "Democratic Elections without Campaigns? Normative Foundations of National Baha'i Elections." World Order (2005) 37.1: 7-49.
  • Ware, Alan. Citizens, Parties and the State. Princeton: Princeton University Press, 1987.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]