Liberali e Democratici Fiamminghi Aperti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Democratici e Liberali Fiamminghi)
Liberali e Democratici Fiamminghi Aperti
Open Vlaamse Liberalen en Democraten
Open VLD.svg
Leader Bart Somers
Stato Belgio Belgio
Fondazione 1992
Sede Rue des Deux Églises, Bruxelles
Ideologia Liberalismo[1]
Collocazione Centro-destra
Partito europeo ALDE
Gruppo parlamentare europeo Gruppo ALDE
Affiliazione internazionale Internazionale Liberale
Seggi Camera
13 / 150
Seggi Senato
6 / 71
Seggi Europarlamento
3 / 22
Organizzazione giovanile Jong-VLD
Sito web www.open-vld.be

I Liberali e Democratici Fiamminghi Aperti (Open Vlaamse Liberalen en Democraten, Open VLD) sono un partito politico belga.

I VLD sono nati nel 1992, dall'incontro tra il Partij voor Vrijheid en Vooruitgang (Partito della Libertà e del Progresso) ed esponenti politici di altri piccoli partiti fiamminghi. Fino al 2007 il partito si chiamava solo Liberali e Democratici Fiamminghi (Vlaamse Liberalen en Democraten).

Alle elezioni del 1995, i VLD ottennero il 13,1% dei voti alla Camera ed il 21,2 al Senato, eleggendo 21 deputati e 6 senatori. Nelle elezioni successive il partito ha incrementato i propri consensi: Camera 14,3% (1999) - 15,4% (2003); Senato 24,6% (1999) - 24,7% (2003).

I VLD sono stati al governo dal 1999 e dal 2003 ed hanno formato un governo con socialisti (SP.a e PS), socio-liberali (SPIRIT) e liberali centristi (MR). Nelle Fiandre i VLD sono al governo con SP.a, Spirit e democratici cristiani (CD&V). Alle elezioni europee del 2004 i VLD si allearono con il partito Vivant, socio-liberale. I VLD, nonostante l'alleanza, ottennero lo stesso risultato delle elezioni precedenti, il 21,9% dei voti, ed elessero 3 deputati europei.

Alle elezioni politiche del 2007 il VLD si è presentato come Open-VLD. il cambio di nome, però, non ha contenuto l'emorragia di consensi. I liberali fiamminghi, infatti, sono passati dal 15,4% all'11,8%, calando da 25 a 18 seggi, perdendo il primato in Parlamento e divenendo il quinto partito per numero di deputati.

Ideologia[modifica | modifica wikitesto]

I VLD nasce, sotto la spinta del fondatore, Guy Verhofstadt, come una partito liberista di stampo tatcheriano. Col passare del tempo, il partito ha però moderato molte sue posizioni, ponendo maggiore attenzione alle politiche sociali e solidaristiche. Tra il 2000 ed il 2004, il partito, proprio durante il governo guidato da Verhofstadt, è stato accusato dai liberisti più tradizionali di aver abbandonato le sue politiche originarie a causa dell'alleanza con i socialisti francofoni. Jean-Marie Dedecker lo lascia nel 2007 per fondare la lista Dedecker.

I VLD sono membri dell'Internazionale liberale e del Partito Europeo dei Liberali, Democratici e Riformatori.

Leader[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Wolfram Nordsieck, Belgium in www.parties-and-elections.eu. URL consultato il 2 settembre 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Belgio Portale Belgio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Belgio