Delta Corvi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Delta Corvi A / B
Classificazione Stella binaria
Classe spettrale A0IV(n)kB9 / K2V
Distanza dal Sole 87 anni luce
Costellazione Corvo
Coordinate
(all'epoca J2000)
Ascensione retta 12h 29m 51.855s
Declinazione -16° 30′ 55.55″
Dati fisici
Raggio medio 2 / ? R
Massa
2,74 / 0,75 M
Temperatura
superficiale
10000 / 5000 K (media)
Luminosità
69 / 0,3 L
Metallicità 135% del Sole / ?
Età stimata 260 milioni di anni[1]
Dati osservativi
Magnitudine app. 2,95 / + 8,51[2]
Magnitudine ass. +0,81[3] / ?
Parallasse 37.55
Moto proprio AR: -210.49 mas/anno
Dec: -138.74 mas/anno
Velocità radiale 9 km/s
Nomenclature alternative
7 Crv, HR 4757, HD 108767, HIP 60965, SAO 157323, BD-15 3482

Delta Corvi (γ Crv, γ Corvi) è una stella della costellazione del Corvo, è conosciuta anche con il nome tradizionale di Algorab dall'arabo ألغراب, Al-Ghurab, che significa «il corvo». Dista all'incirca 87 anni luce dal sistema solare e la sua magnitudine apparente è +2,94[3]. Si tratta di una stella binaria formata da una subgigante bianca e da una nana arancione di sequenza principale, rispettivamente di tipo spettrale A0IV (oB9.5V) e K2V.

Algorab A[modifica | modifica wikitesto]

La principale è una stella classificata, a seconda delle fonti, come stella subgigante o ancora di classe B9.5V, cioè dentro la sequenza principale e al termine della classe spettrale B; la sua massa è 2,7 volte quella del Sole[1], il raggio è il doppio, e la luminosità da 60 a 70 volte superiore[1][4]

Algorab B[modifica | modifica wikitesto]

La componente secondaria del sistema è una nana arancione con una massa del 75% di quella solare ed una luminosità del 30%. Dista dalla principale 650 UA e le ruota attorno in un periodo di 9400 anni. Vista da B, da questa distanza, Algorab A apparirebbe luminosa come 500 lune piene. È una stella giovane che è appena uscita dalla fase T Tauri e che si sta assestando nella sequenza principale. Un eccesso nell'infrarosso indica la presenza di un disco circumstellare attorno ad essa, probabile resto della nube di polvere interstellare che ha originato la giovane stella[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Montesinos, B. et al., Parameters of Herbig Ae/Be and Vega-type stars in Astronomy and Astrophysics, vol. 495, nº 3, marzo 2009), pp. 901–917, DOI:10.1051/0004-6361:200810623.
  2. ^ a b Algorab (Stars, Jim Kaler)
  3. ^ a b Extended Hipparcos Compilation (XHIP) (Anderson+, 2012)
  4. ^ Rotational velocities of A-type stars. IV. (Zorec+, 2012)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni