Delta Ceti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Delta Ceti
Mappa della costellazione della BalenaMappa della costellazione della Balena
Classificazione Subgigante blu
Classe spettrale B2IV C ~
Distanza dal Sole 647 anni luce
Costellazione Balena
Redshift 13,00 ± 0,90
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta 02h 39m 28,9567s
Declinazione +00° 19′ 42,638″
Lat. galattica 170,7641°
Long. galattica -52,2116°
Dati fisici
Raggio medio 4,7 R
Massa
Temperatura
superficiale
21150 K (media)
Luminosità
5130 L
Metallicità 58% del Sole
Età stimata 10 milioni di anni
Dati osservativi
Magnitudine app. 4,07
Magnitudine ass. -2,42
Parallasse 5,04 ± 0,83 mas
Moto proprio AR: 14,44 ± 0,96 mas/anno
Dec: -2,53 ± 0,63 mas/anno
Velocità radiale ) 13,0 ± 0,9 km/s
Nomenclature alternative
GC 3192, IRAS 02368+0006, SAO 110665, GCRV 1496, JP11 680, 2MASS J02392896+0019425, TD1 1564, AG +00 229, GPM 39.870616+00.328517, N30 534, TYC 46-1633-1, ALS 16190, HD 16582, PHL 1413, UBV 2626, BD -00 406, HGAM 162, PLX 536, UBV M 9082, EUVE J0239+00.3, HIC 12387, PMC 90-93 65, uvby98 100016582 V, EXO 0237.1+0004, HIP 12387, PPM 145784, [HFE83] 163, FK5 91, HR 779, ROT 359

Delta Ceti (δ Cet / δ Ceti) è una stella bianco-azzurra nella sequenza principale di magnitudine 4,07 situata nella costellazione della Balena. Dista 647 anni luce dal sistema solare.

Osservazione[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di una stella situata nell'emisfero celeste boreale, ma molto in prossimità dell'equatore celeste; ciò comporta che possa essere osservata da tutte le regioni abitate della Terra senza alcuna difficoltà e che sia invisibile soltanto nelle aree più interne del continente antartico. Nell'emisfero nord invece appare circumpolare solo molto oltre il circolo polare artico. Essendo di magnitudine 4,1, la si può osservare anche dai piccoli centri urbani senza difficoltà, sebbene un cielo non eccessivamente inquinato sia maggiormente indicato per la sua individuazione.

Il periodo migliore per la sua osservazione nel cielo serale ricade nei mesi compresi fra settembre e febbraio; da entrambi gli emisferi il periodo di visibilità rimane indicativamente lo stesso, grazie alla posizione della stella non lontana dall'equatore celeste.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica sorgente]

La stella è una subgigante blu con massa che è stimata essere quasi 9 volte quella solare, giusto al limite oltre il quale una stella termina la propria esistenza in supernova. È oltre 5000 più luminosa, includendo la radiazione ultravioletta che una stella così calda emette, ed è classificata come variabile Beta Cephei con periodi di variabilità multipli. È caratterizzata da una magnitudine assoluta di -2,42 e la sua velocità radiale positiva indica che la stella si sta allontanando dal sistema solare.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Tetzlaff, N et al., A catalogue of young runaway Hipparcos stars within 3 kpc from the Sun in Monthly Notices of the Royal Astronomical Society, vol. 410, nº 1, gennaio 2011, pp. 190–200, DOI:10.1111/j.1365-2966.2010.17434.x.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni