Deficit di IgA

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Deficit di IgA
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 279.01
ICD-10 (EN) D80.2


Per deficit di IgA in campo medico, si intende la forma più comune di immunodeficienza primitiva, dove è indicata una mancanza di IgA, una classe di anticorpi che protegge l'individuo da infezioni, sono presenti nel sangue e sulle mucose.

Epidemiologia[modifica | modifica sorgente]

Varia a seconda delle razze: più frequente in quella caucasica (1 caso su 400-700 persone)

Sintomatologia[modifica | modifica sorgente]

La patologia sovente non mostra sintomi e in tali casi la diagnosi è del tutto accidentale. Fra i sintomi e segni clinici possibili si mostrano infezioni come otiti, faringiti, bronchiti, diarrea, atrofia villosa, colite ulcerosa ed enterite segmentaria. Si riscontra un'associazione con altre malattie come tiroidite forme di anemia e alcuni sindromi (come la sindrome di Sjögren).

Diagnosi[modifica | modifica sorgente]

Per indicare l'esistenza del deficit di IgA, i livelli sierici devono essere inferiori ai 5 mg/dl. Per calcolarli si utilizzano alcune tecniche: l'immunodiffusione radiale o la nefelometria (una particolare metodica ottica di analisi).

Terapia[modifica | modifica sorgente]

Vengono trattate le infezioni, occorre fare attenzione alle trasfusioni.

Prognosi[modifica | modifica sorgente]

La prognosi dipende dalle manifestazioni correlate, in assenza di complicanze è buona.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Sergio Romagnani, Emmi Lorenzo, Almerigogna Fabio, Malattie del sistema immunitario seconda edizione, Milano, McGraw-Hill, 2000, ISBN 978-88-386-2366-0.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina