Dedalione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Dedalione, figura della mitologia greca, era uno dei quattro figli nati dall'unione di Borea, l'impetuoso vento del nord, e Orizia, una delle tre figlie di Erittonio (o Eretteo).

Nelle leggende è tratteggiato il suo carattere violento e bellicoso.

Ebbe anche una figlia, Chione, che, innamoratasi di Apollo e poi di Hermes, destò la gelosia di Artemide che la uccise trafiggendola con una freccia. Dedalione, sconvolto, si mise a vagare senza meta. Un giorno, giunto sulla sommità di un monte, tentò il suicidio gettandosi nel vuoto, ma l'intervento di Apollo lo trasformò in un falco.