Declino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Declino
Paese d'origine Italia Italia
(Torino)
Genere Hardcore punk
Straight edge
Periodo di attività 1982-1985
Album pubblicati 3
Studio 2
Live 0
Raccolte 1

I Declino sono stati un gruppo musicale hardcore punk italiano nato a Torino nei primi anni ottanta. Assieme a gruppi come Blue Vomit, Nerorgasmo, Negazione, Indigesti, Peggio Punx ed altri, hanno costituito la base della scena hardcore punk torinese e piemontese dell'epoca ed a band come gli Impact, i Raw Power ed i Wretched, come parte della scena hardcore punk italiana[1]. Tale scena fu definita da fanzine e riviste come Maximumrocknroll Italian hardcore.

La furia della loro musica ed il cinismo dei loro testi ben si abbinavano al periodo in cui sono vissuti, breve, frenetico e di rigetto della società a loro contemporanea che schiacciava con la sua monotonia quotidiana e le poche alternative che l'ideologia dominante sapeva dare come surrogato di libertà, appiattendo le menti di coloro che si perdevano nelle loro menzogne e nelle materie d'abuso.[senza fonte]

Storia del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Genesi e formazione[modifica | modifica wikitesto]

I Declino nascono nel 1982 a Torino. La primissima formazione vedeva "Lia" alla voce, sostituita poi dall' ex membro dei Wargasm Sandro "Sandr'opp" Bramardi, assieme a Max Occhiena alla chitarra (ex Wargasm), Silvio "Tato" Bernelli al basso elettrico e Kabullo alla batteria, anche lui presto sostituito dall' ex 5° Braccio Orlando Furioso. Nel 1983 esordiscono con l'EP su 7" dall' omonimo titolo, contenente 6 tracce ed edito dall' etichetta Contro Produzioni Records. Il tour che seguì il disco non impedì ad Orlando Furioso di entrare a far parte degli allora nascenti Negazione[2].

Collaborazione con Negazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1984 fu segnato da un nuovo cambio di formazione che vide l' ingresso di Roberto "Tax" Farano, membro anch'egli dei Negazione ed ex chitarrista dei 5° Braccio, alla batteria e Marzio "Mungo V.R." Bertotti alla chitarra. Con questa formazione producono con i Negazione lo split Mucchio selvaggio su cassetta edito dalla collaborazione di Ossa Rotte Tapes e Disforia Tapes. La cassetta, che fu stampata su LP due anni dopo dalla Children Of The Revolution Records[2], sancì inoltre una proficua collaborazione live che vide i due gruppi suonare sui palchi di Danimarca, Olanda e Germania.

Nello stesso anno vengono poi invitati dalla statunitense R Radical Records di Dave Dictor dei MDC, a partecipare al doppio album compilazione International P.E.A.C.E. Benefit Compilation, che vedeva fra gli altri band come Crass, D.O.A., Dirty Rotten Imbeciles, Septic Death, Conflict, Reagan Youth, White Lies, Subhumans, Dead Kennedys, Butthole Surfers, ma anche altri gruppi della scena italiana come Negazione, Peggio Punx, Wretched, Contrazione, Impact, Cheetah Chrome Motherfuckers e RAF Punk. La compilazione uscì in collaborazione con la fanzine di San Francisco a distribuzione internazionale Maximumrocknroll, che mensilmente teneva una rubrica sulla scena hardcore punk italiana.

Il gruppo si scioglie all'inizio del 1985 dopo un secondo tour europeo con i Negazione, a causa di dissidi interni[2].

Il dopo Declino[modifica | modifica wikitesto]

L'album Eresia esce nel 1985 postumo.

Il bassista Silvio "Tato" Bernelli si unirà agli Indigesti.

Lo stesso Bernelli ha pubblicato nel 2003 il romanzo autobiografico I ragazzi del Mucchio nel quale racconta la sua esperienza di musicista hardcore con Declino ed Indigesti e rievoca gli anni della sua gioventù, provando a spiegare al lettore cosa volesse dire suonare in una band totalmente indipendente ed avulsa dalle leggi del mercato discografico.

Nel 2003 la SOA Records assieme alla Agipunk pubblicano una raccolta di brani dei Declino dal titolo 1982-85: come una promessa.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Sandro "Sandr'opp" Bramardi - voce
  • Marzio "Mungo V.R." Bertotti - chitarra
  • Silvio "Tato" Bernelli - basso
  • Roberto "Tax" Farano - batteria
  • (Max Occhiena - chitarra)
  • (Orlando Furioso - batteria)

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Split album[modifica | modifica wikitesto]

Compilazioni[modifica | modifica wikitesto]

  •  1983 - Torino 198x (Cassetta, Disforia Tapes)
  • 1984 - International P.E.A.C.E. Benefit Compilation (2xLP, R Radical Records)
  • 1994 - Prima Della Seconda Repubblica (Cassetta, Provincia Attiva)
  • 1995 - Rovina Hardcore - Live 1981-1985 (Cassetta, Provincia Attiva)
  • 1996 - No One Can Decide For You (The Furious Years Of Italian Hardcore-Punk In 7 Inches) (CD, Antichrist Dionysus)
  • 1997 - All'Ombra Della Mole - Torino 1982 / 85 (Cassetta)
  • 2005 - Punk In Italia (CD)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alberto Campo, Nuovo? rock?! italiano!: una storia, 1980-1996, Giunti.
  2. ^ a b c Diego Nozza, Hardcore. Introdizione al punk italiano degli anni ottanta, Fano, Edizioni crac, 2011, ISBN 978-88-97389-02-6.
  3. ^ http://www.discogs.com/Declino-Eresia/release/1676237
  4. ^ http://www.discogs.com/Declino-1982-85-Come-Una-Promessa/master/166821
  5. ^ http://www.discogs.com/Negazione-Declino-Mucchio-Selvaggio/master/221092

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gianluca Testani (a cura di), Enciclopedia del rock italiano, Arcana Editrice, 2006, p. 202.
  • Silvio Bernelli, I ragazzi del Mucchio, Sironi editore, 2003.
  • Alberto Campo, Nuovo? rock?! italiano!: una storia, 1980-1996, Giunti.
  • Diego Nozza, Hardcore. Introdizione al punk italiano degli anni ottanta, Fano, Edizioni crac, 2011, ISBN 978-88-97389-02-6.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk