Dead Silence

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo album dei Billy Talent, vedi Dead Silence (album).
Dead Silence
Dead Silence.png
La marionetta insieme alla ventriloqua Mary Shaw in un'immagine del film
Titolo originale Dead Silence
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 2007
Durata 91 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere Horror
Regia James Wan
Soggetto James Wan, Leigh Whannel
Sceneggiatura Leigh Whannell
Produttore Mark Burg, Gregg Hoffman, Oren Koules
Casa di produzione Universal Pictures
Fotografia John R. Leonetti
Montaggio Michael Knue
Musiche Charlie Clouser
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Attenti a Mary Shaw dagli occhi pazzi! Non aveva figli, ma solo pupazzi! E se per caso nei vostri sogni appare, non dovete mai, mai gridare! »
(La filastrocca)

Dead Silence è un film horror del 2007 diretto da James Wan, con protagonisti Ryan Kwanten, Donnie Wahlberg e Amber Valletta.

Trama[modifica | modifica sorgente]

I coniugi Jamie e Lisa Ashen ricevono un misterioso pupazzo da ventriloquo, dal nome "Billy", in un pacco non marcato. Jamie e Lisa si chiedono chi possa averglielo mandato e Lisa si ricorda di una filastrocca inquietante sui pupazzi che conosceva quando era più giovane, che parlava della ventriloqua Mary Shaw. Jamie la ignora e esce di casa per comprare la cena; quando torna a casa sente la voce della moglie chiamarlo dalla camera da letto dove trova il corpo senza vita di Lisa con la lingua strappata, e Billy si trova sul pavimento, vicino al cadavere. Jamie scopre che il bambolotto apparteneva a Mary Shaw,una ventriloqua che viveva nella sua città natale: "Ravens Fair".

Tornato alla sua città, va a trovare suo padre costretto da un ictus a stare su una sedia a rotelle in compagnia di una nuova moglie, Ella, che si prende cura di lui. Suo padre e Ella gli ricordano della famosa filastrocca che riguardava Mary Shaw e della sua predilezione per il taglio della lingua imposto alle sue vittime. Jamie lascia la casa avvertendo Ella che suo padre è un mostro, perché porta tutte le sue mogli al suicidio o andarsene di casa. Dopo il funerale di Lisa, Jamie vaga in un vecchio cimitero, dove trova la tomba della ventriloqua ,Mary Shaw, seppellita con i suoi pupazzi. Marion, la moglie di Henry, l'impresario di pompe funebri, lo avverte del pericolo dei burattini di Mary Shaw; così Jamie si rende conto di dover seppellire Billy, che è stato dissotterrato. Lo fa, ma subito dopo lo ritrova nella sua stanza accompagnato da Lipton, un detective che lo ritiene colpevole dell'omicidio della moglie, che aveva scavato il pupazzo dalla tomba ritenendolo una prova che Jamie sta cercando di nascondere. Jamie gli racconta della filastrocca e di Mary Shaw, ma Lipton è scettico. La mattina dopo, Jamie ruba il pupazzo al detective, e lo porta all'impresario di pompe funebri, Henry, che gli racconta di Mary Shaw.

Mary Shaw era una famosa ventriloqua la cui ambizione era quella di creare il burattino perfetto. Una sera, ad uno spettacolo, parteciparono Henry e un giovane ragazzo di nome Michael Ashen il cui affermava di riuscire a vedere le labbra di Mary in movimento. Essa lo respinge e inizia a parlare contemporaneamente con il pupazzo, impressionando il pubblico dicendo al ragazzo: "Ora, dimmi chi è il pupazzo?". Dopo qualche settimana Michael scomparve e Mary Shaw venne accusata, così gli abitanti del villaggio la uccisero tagliandole la lingua. Nel suo testamento la ventriloqua stabilì che i suoi 101 pupazzi fossero sepolti insieme a lei e di trasformare il suo corpo in quello di un pupazzo da ventriloquo. Di questo lavoro se né occupò il padre di Henry e proprio quella sera, il ragazzo vagando per la casa, scoprì il corpo della vecchia che in quel momento prese vita e iniziò ad avvicinarsi ad esso. Egli sopravvisse perché si coprì la bocca per non gridare, infatti Mary può uccidere solo quando le sue vittime urlano. In quel momento il padre di Henry irruppe nella stanza e trovò il figlio rannicchiato in un angolo e il corpo della ventriloqua sul pavimento.

Jamie va ad indagare nel teatro e trova il camerino di Mary Shaw. Egli trova un vecchio libro che riporta tutti i dati per creare il pupazzo perfetto. Jamie ritorna dal padre e viene a sapere che Michael era il suo prozio e che in realtà ad uccidere Mary era stata la sua famiglia insieme al altre famiglie del villaggio, che la costrinsero ad urlare per poi tagliargli la lingua. Gli uomini coinvolti furono ritrovati, uno ad uno, morti con le lingue strappate e la stessa sorte toccò alle mogli, ai figli e ai figli dei loro figli. Suo padre così dice a Jamie che Mary Shaw tornerà per ucciderli. Mentre se né va incontra Lipton che gli dice che tutti i 100 pupazzi sono stati riesumati dalla tomba. Jamie scappa via e riceve una telefonata da Henry, dicendogli di andare al teatro, quando in verità Henry era stato appena assassinato da Mary Shaw, quando essa prende le loro lingue acquista la loro voce.

Jamie si reca al teatro, inseguito dal detective. Questi ultimi scoprono una stanza nascosta sul retro dove trovano il corpo di Michael Ashen, assassinato da Mary Shaw, appeso come una marionetta e i 100 pupazzi della ventriloqua. I due capiscono che Michael era stato rapito da Mary e lo trattava come se fosse un suo figlio amato tramutato in un manichino, che stava a simboleggiare il fatto che la vecchia ha sempre voluto dei figli, ma non era stata mai in grado di crearne uno. Improvvisamente, una delle bambole, un clown, inizia a parlargli. Il pupazzo gli dice che Mary Shaw vuole mettere a tacere tutti quelli che l'hanno messa a tacere e che lei ha ucciso la moglie perché era incinta dell'ultimo componente della famiglia Ashen. In quel momento la vecchia appare dietro il pupazzo, ma Lipton spara al pupazzo e Mary scompare. La ventriloqua inizia ad impossessarsi delle altre bambole ma Jamie e Lipton capiscono che distruggendo tutte le bambole possono sconfiggere Mary Shaw; così le bruciano e scappano via inseguiti dalla vecchia. Quando la passerella sopra cui stanno correndo crolla, Mary uccide Lipton dopo aver urlato. Jamie scappa via dal teatro in fiamme dopo avere distrutto tutte le bambole.

Jamie si rende conto che Billy è l'unico burattino rimanente, e che l'unico modo per distruggere la ventriloqua e quello di distruggerlo.Va da Henry, dal quale aveva lasciato Billy, e scopre che egli era morto. Marion dice a Jamie che era stato suo padre a prendere il pupazzo, così fa ritorno a casa del padre per distruggere Billy. Quando arriva, la ventriloqua riappare, ma quando Jamie brucia Billy nel caminetto lei va via. Jamie trova suo padre sulla sedia a rotelle, ma quando si avvicina viene sconvolto dal vedere suo padre morto, infatti il suo corpo era stato sventrato e gli era stata posta una mazza di legno, usata dai ventriloqui per muovere i pupazzi, nella schiena. Jamie realizza che suo padre ha sempre avuto lo stesso vestito, ed Ella è sempre stato al suo fianco con la mano dietro la schiena per muoverlo. Ella era il "pupazzo perfetto" di Mary Shaw. In quel momento, Ella viene impossessata dalla ventriloqua e appare dietro di Jamie e gli dice:"Ora, chi è il pupazzo?"; Jamie urla e così viene ucciso da Mary Shaw.

Nella scena finale si vedono le foto dell'album di Mary Shaw che mostrano Jamie, Lisa, Lipton, Henry, Ella e il padre di Jamie diventati anche loro dei pupazzi, con in sottofondo la voce di Jamie che dice la famosa filastrocca su Mary Shaw.

Citazioni e riferimenti[modifica | modifica sorgente]

  • Quando Jamie si ritrova di fronte alla teca contenente tutti i pupazzi della ventriloqua e si avvicina a un clown posto su una sedia a dondolo è possibile vedere in un angolo Billy il pupazzo di Saw, film sempre diretto da James Wan.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema