Dawn Addams

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dawn Addams con Alan Young nello show televisivo Time to Smile (1953)

Victoria Dawn Addams (Felixstowe, 21 settembre 1930Londra, 7 maggio 1985) è stata un'attrice cinematografica e televisiva britannica.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nata a Felixstowe, nel Suffolk (Inghilterra), figlia di Ethel Mary Hickie e del capitano James Ramage Addams, Dawn Addams perse la madre quando era ancora bambina e trascorse l'infanzia con il padre, ufficiale della RAF, a Calcutta, in India. Alla fine degli anni quaranta, rientrata in Inghilterra, frequentò la Royal Academy of Dramatic Arts (R.A.D.A.) di Londra e iniziò la sua carriera nel teatro di repertorio, intraprendendo diverse tourneés in patria e nel resto dell'Europa[1]. Negli Stati Uniti frequentò corsi di recitazione ed esordì sui palcoscenici americani affinando i giusti accenti e toni dell'inglese parlato oltreoceano[2].

La sua bellezza e la sua elegante figura attirarono presto l'attenzione dei talent scout, consentendole di partire per Hollywood nel 1950 per sostenere un provino presso la casa produttrice MGM, grazie al quale ottenne il suo primo ruolo sul grande schermo nel film Solitudine (1951), un melodramma con Ray Milland, John Hodiak e Nancy Davis[1], cui fecero seguito altri ruoli di rilievo nei film Lo sconosciuto (1951) con Walter Pidgeon e Barry Sullivan, Gli avventurieri di Plymouth (1952) con Spencer Tracy, e gli storici La regina vergine (1953), biografia della regina Elisabetta I d'Inghilterra, con Jean Simmons e Stewart Granger, e La tunica (1953) con Richard Burton. Nello stesso anno interpretò un altro ruolo di co-protagonista nella commedia La vergine sotto il tetto (1953) di Otto Preminger, con David Niven e William Holden. La pellicola, incentrata sul tema della verginità, fece scalpore e contribuì a rivedere le restrizioni della censura imperanti a Hollywood fin dal 1934, aprendo la strada a nuove permissività sugli schermi americani in termini di moralità e di sessualità[3].

Interprete ricca di fascino, la Addams fu una delle più popolari attrici inglesi degli anni cinquanta, ma la maggiore notorietà le venne dalla sua pubblicizzata vita sentimentale[1] e dal matrimonio – celebrato nel 1954 – con l'aristocratico italiano Vittorio Emanuele Massimo, principe di Roccasecca, dal quale nel 1955 nacque il figlio Stefano Massimo. La carriera dell'attrice proseguì a livello internazionale, offrendole opportunità in Italia con I quattro del getto tonante (1955) e Il tesoro di Rommel (1955), in Germania con I sicari di Hitler (1959) e Il diabolico dottor Mabuse (1960), ultima regia di Fritz Lang, e in Inghilterra con Il mostro di Londra (1960). Nello stesso periodo la Addams diede la sua migliore interpretazione nella commedia Un re a New York (1957), in cui fu protagonista femminile assoluta nel ruolo della bella e dinamica giornalista televisiva Ann Key, accanto al leggendario Charlie Chaplin, un monarca europeo deposto dal trono, che sceglie di vivere negli Stati Uniti ma si scontra con l'aggressività dei reporter, a caccia di storie intriganti per la stampa.

Raggiunto l'apice della carriera e della popolarità, la Addams continuò a recitare anche durante gli anni sessanta e settanta, prevalentemente in commedie e in film in costume e di spionaggio. Da ricordare anche le sue partecipazioni televisive in serie celebri come Simon Templar, accanto a Roger Moore, in cui interpretò la contessa Audrey Morova in tre episodi girati tra il 1963 e il 1966, e nella sit-com Caro papà, andata in onda con successo anche in Italia, in cui interpretò il ruolo di Georgie Thompson accanto a Patrick Cargill, in 25 episodi prodotti tra il 1971 e il 1973. Tra le sue ultime apparizioni cinematografiche vi furono due incursioni nel genere horror con Vampiri amanti (1970) e The Vault of Horror (1973), mentre il suo ultimo impegno televisivo fu il personaggio di Mrs. Landers nella serie Triangle (1983).

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Dopo il divorzio nel 1971 dal principe di Roccasecca, la Addams si risposò nel 1974 con Jimmy White. Colpita dal cancro, l'attrice morì a Londra il 7 maggio 1985, all'età di soli cinquantaquattro anni.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Il chi è del cinema, De Agostini, 1984, Vol. I, pag. 3
  2. ^ Le Garzantine - Cinema, Garzanti, 2002, pag. 4
  3. ^ Il cinema, grande storia illustrata, De Agostini, 1982, Vol. V, pag. 82

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 17417828 LCCN: nr00021784