Davy Jones

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il personaggio della serie cinematografica dei Pirati dei Caraibi, vedi Davy Jones (Pirati dei Caraibi).
Il mostro Davy Jones in un'illustrazione popolare

Nelle leggende dei marinai, Davy Jones è un essere immaginario, un Diavolo del mare, associato alla morte per annegamento negli abissi marini. Ci si riferisce al suo nome soprattutto attraverso l'espressione Davy Jones' locker, "lo scrigno di Davy Jones", un eufemismo per "il fondo del mare", inteso come luogo in cui riposano i marinai annegati ("Una tomba in fondo al mare").

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Fonti letterarie[modifica | modifica wikitesto]

Le origini del nome non sono note. Si ritiene che il primo riferimento letterario a questo personaggio si trovi nel romanzo The Four Years Voyages of Captain George Roberts di Daniel Defoe, che usa la frase "having the rest into Davy Jones' locker, i.e. the sea" ("riposarsi nello scrigno di Davy Jones, cioè nel mare"). In The Adventures of Peregrine Pickle (1751), Tobias Smollett descrive l'uso del nome di Jones presso i marinai della sua epoca:

« Questo stesso Davy Jones, secondo i marinai, è il demone che presiede su tutti gli spiriti maligni delle profondità, e appare in numerose forme, appollaiato sulle navi alla vigilia di uragani, naufragi e altri disastri a cui la vita del mare è esposta, avvertendo i devoti sventurati della morte e del disastro a cui si avvicinano. »

Smollett descrive Jones come una creatura mostruosa, con occhi a disco, tre file di denti, corna, coda, e fumo azzurro che gli esce dalle narici. Anche Washington Irving cita Davy Jones in Adventures of the Black Fisherman (1824). Nella letteratura moderna, i riferimenti sono innumerevoli, e includono quelli in Moby Dick di Herman Melville, L'isola del tesoro di Robert Louis Stevenson e Peter Pan di J. M. Barrie.

Teorie sull'origine[modifica | modifica wikitesto]

Sono state avanzate molte diverse teorie circa le origini di questo mito. Un pirata di nome David Jones esistette realmente negli anni 1630, ed era attivo nell'Oceano Indiano, ma la maggior parte degli studiosi ritiene improbabile che fosse così famoso da dare vita a una leggenda diffusa in gran parte del mondo. Un gestore di pub inglese con questo nome viene citato nella canzone Jones's Ale is Newe (1594) e potrebbe essere associato alla leggenda di un gestore di pub che imprigionava i marinai ubriachi e poi li vendeva alle navi di passaggio. Correlato potrebbe essere anche Duffer Jones, un leggendario marinaio miope che spesso si trovava a cadere fuori bordo.

Altre ipotesi sulle possibili origini del mito ne enfatizzano gli elementi soprannaturali. I marinai del Galles invocavano San Davide per ottenere protezione in caso di pericolo mortale durante la navigazione; ma Davy potrebbe essere anche, secondo alcuni, una deformazione di devil (il Diavolo). Ancora, potrebbe esistere un legame fra il cognome Jones e il nome Giona, divenuto l'"angelo malvagio" dei marinai dopo la sua permanenza nel ventre della balena.

Generalmente a questo demone si fa riferimento per indicare gli spettri che la tradizione marinara ritiene s'aggirino su rotte considerate maledette (una di queste è la rotta seguita dal transatlantico "Titanic" nel 1912), oppure che si levino dagli abissi dove sono state gettate le salme dei marinai deceduti, specialmente dopo decessi tragici, come nel caso di Ladylips[senza fonte].

Secondo alcuni, Davy Jones è solo uno dei tanti nomi di Satana.

Davy Jones nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Davy Jones, interpretato dall'attore Bill Nighy, è l'antagonista di Jack Sparrow nel film Pirati dei Caraibi - La maledizione del forziere fantasma (2006) e nel film Pirati dei Caraibi - Ai confini del mondo (2007). Viene rappresentato come il capitano di un equipaggio composto da esseri per metà umani e per metà creature marine: lui stesso ha corpo da uomo, tentacoli da polpo come barba, la testa di un polpo sulla nuca, un lungo tentacolo al posto dell'indice della mano destra, una chela di granchio al posto della mano sinistra e un osso di balena (che sembra una gamba di legno) al posto della gamba destra. Governa L'olandese volante, visto dal suo equipaggio come il Diavolo, e controlla il Kraken, mitologico mostro marino raffigurato nel film come un calamaro gigante che abbatte le navi con i suoi giganteschi tentacoli. Lo Scrigno di Davy Jones appare in Pirati dei Caraibi - Ai confini del mondo: il luogo in cui Davy Jones non lascia mai andare quello che prende è una sperduta isola deserta sospesa tra il mondo dei vivi e quello dei morti, alla quale è possibile accedere precipitando da un'enorme cascata ai confini del mondo (o semplicemente trascinati dal Kraken) e in cui chi vi è relegato impazzisce.

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Nel videogioco The Secret of Monkey Island, il nome "Davy Jones" compare esaminando la cassaforte del negoziante (i Lockers di Davy Jones). Anche nel seguito Monkey Island 2: LeChuck's Revenge, il nome "Davy Jone" (probabilmente un errore di traduzione italiana) compare all'interno dell'archivio della biblioteca dell'isola di Phatt. All'inizio del videogioco The Curse of Monkey Island, nella versione inglese, il sedicente pirata Wally descrive la propria forza dicendo: "Sono talmente un duro, che quando ero piccolo ho chiuso Davy Jones nel suo armadietto!". In Fuga da Monkey Island, il quarto capitolo della saga, Davy Jones viene citato sull'Atollo Knuttin dal pappagallo bugiardo di Lafitte, il quale afferma di appartenere a lui. Infine nel quinto capitolo, Tales of Monkey Island, Morgan LeFlay cita lo scrigno di Davy Jones dopo aver vinto un duello di scherma con il protagonista e un fantasma. In King's Quest IV: The Perils of Rosella, quando il protagonista annega, appare un messaggio che dice che è stato mandato nello scrigno di Davy Jones. Nel terzo capitolo del gioco Worms, i vermi maledicono l'avversario auguradogli di andare nello scrigno di Davy Jones. Nel videogioco Assassin's Creed IV: Black Flag viene nominato spesso per riferirsi alla morte in mare.

Musica[modifica | modifica wikitesto]

Brani musicali e album ispirati al nome di Davy Jones includono:

Il nome viene citato anche in molti altri brani, fra cui:

Fumetti[modifica | modifica wikitesto]

  • Nella serie a fumetti di Hellboy, lo scrigno di Davy Jones è una stanza sottomarina piena di anfore a forma di uomini; la controlla Bog Roosh, una malvagia strega a forma di pesce che attinge la propria forza dalle anime degli annegati.
  • Nella serie a fumetti The Spirit di Will Eisner c'è un episodio intitolato "Il forziere di Davy Jones"(il titolo originale è "Davy Jones' Locker") apparso per la prima volta all'interno de: La sezione di Spirit, supplemento a fumetti domenicale, il 2 febbraio del 1941. Il forziere di Davy Jones è il nome che degli scavatori (quello a capo dell'operazione si chiama David Jones) attribuiscono al tratto di galleria. Essi lo utilizzano come rifugio subacqueo dal quale affondano le navi tramite delle mine per derubarne il carico d'oro.

Serie televisive[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel cartone animato SpongeBob il nome di Davy Jones viene spesso citato dallo spettro dell'Olandese volante per minacciare i poveri sventurati che gli capitano a tiro.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mitologia Portale Mitologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia