David Schildkraut

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
David Schildkraut
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Jazz
Musica classica
Periodo di attività circa 1950 – 1996
Sito web

David ("Dave", "Davey") Schildkraut (New York, 4 giugno 1927Darien, 20 gennaio 1996) è stato un sassofonista statunitense.

Schildkraut, che debuttò sulla scena jazz con Louis Prima nel 1941, è soprattutto conosciuto per la sua attività negli anni 50 del XX secolo, durante i quali era piuttosto attivo sulla scena newyorchese e partecipò all'incisione degli album di Miles Davis Walkin' e Blue Haze.[1]

Schildkraut fu un sideman piuttosto oscuro, pur avendo preso parte a diverse date con Stan Kenton, Charlie Parker, Tony Bennett, Tito Puente, Quincy Jones, Pete Rugolo, Buddy Rich e George Handy. Era dotato di un fraseggio fluido e brillante in puro stile bebop, al punto che Charles Mingus lo scambiò per Charlie Parker nel corso di un blindfold test. Schildkraut - che all'epoca delle sessioni con Davis cui deve la sua maggior fama affiancava già un'altra professione a quella di musicista - si allontanò dalla scena musicale professionista verso gli inizi degli anni 60, per poter meglio mantenere la sua famiglia, anche se non se ne distaccò mai del tutto e apparendo spesso come freelance a fianco del trombonista Eddie Bert al West End Cafe di New York. L'ascolto dal vivo e nelle relativamente poche incisioni che ha lasciato rivelano un solista alla pari coi grandi stilisti suoi contemporanei e che fu grandemente sottovalutato.

Nel 2000, la Endgame ha pubblicato, postumo, il suo unico album come leader, Last Date.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Leonard Feather and Ira Gitler. The Biographical Encyclopedia of Jazz. Oxford, 1999, p. 586.

Controllo di autorità VIAF: 76502352 LCCN: no92005557

jazz Portale Jazz: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di jazz