Datura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando un altro significato, vedi Datura (disambigua).
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Datura
Datura stramonium pianta fiore-01.jpg
Datura stramonium
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Solanales
Famiglia Solanaceae
Genere Datura
L., 1753
Nomi comuni

Trombe degli angeli

Specie

vedi testo

Datura L., 1753 è un genere di piante della famiglia delle Solanaceae, originario dell'Asia e dell'America. Il nome deriva dalla parola sanscrita Dathura.

Le specie del genere Datura vengono coltivate come piante ornamentali nei giardini delle zone a clima mite, per macchie isolate e per aiuole, le specie arbustive; per fasce fiorite le specie annuali; con clima invernale rigido si preferisce la coltivazione in vaso; alcune specie velenose vengono utilizzate come piante medicinali.

Pianta dalla tipica fioritura notturna.

Specie di Datura[modifica | modifica wikitesto]

Comprende specie erbacee annuali, perenni, arbustive, e più raramente arboree, piante caratteristiche dei climi temperati. Hanno una fioritura ricca con corolle grandi tubolari colorate di bianco candido, crema o violetto dal profumo intenso e persistente, altezza da 1 a 3 m.

Tra le specie più note ricordiamo:

  • La D. stramonium L. originaria dell'Asia, erbacea annuale, diffusa come infestante in Europa, ha fusti alti fino a 1,8 m, con le foglie dal margine profondamente dentato, i fiori grandi di colore bianco candido a forma di trombetta, lunghi meno di 10 cm, nota volgarmente come Mela delle spine o Noce velenosa per lo strano frutto ricoperto di aculei, con semi ricchi di atropina, tutta la pianta è estremamente velenosa per il contenuto in alcaloidi (iosciamina, atropina, scopolamina etc.), viene anche utilizzata come pianta medicinale
  • La D. fastuosa erbacea annuale alta fino a 1 m, ha fusto eretto e ramificato che porta grandi foglie ovali dentate, fiori tubolosi, grandi (10-15 cm), ascellari, di colore bianco-crema, profumati
  • La D. arborea originaria dell'America meridionale, pianta perenne a fusto parzialmente legnoso, con grosse ramificazioni alta oltre i 2 m, porta foglie, persistenti nei climi caldi, molto grandi di colore verde pallido e largamente dentate, all'estremità dei rami all'ascella delle foglie, porta fiori grandi di colore bianco-crema, penduli, tubulosi a 5 lobi, molto profumati, doppi in alcune varietà, fioritura in agosto, non sopporta il gelo, la più utilizzata come pianta ornamentale
  • La D. wrightii Regel originaria degli Stati Uniti meridionali, erbacea perenne poco rustica, con radici carnose, con foglie ampie dal margine irregolare, fiori semplici, profumati, imbutiformi, di colore bianco, il frutto è spinoso, curvato verso il suolo, con numerosi semi
  • La D. meteloides sempre di origine americana, erbacea perenne ma coltivata come annuale, dai fiori bianchi e viola
  • La D. ceratocaula Jacq., erbacea annuale, originaria dell'America centro-meridionale, con steli cavi macchiettati di colore porpora, biforcati alla base, alti oltre 90 cm, portanti foglie ovato-lanceolate, con il margine dentato o divise, glabre sulla pagina superiore, tomentose e bianche sulla pagina inferiore, i fiori profumati, hanno la corolla imbutiforme lunga più di 15 cm, colorata di bianco, con macchie e sfumature rosso-violaceo, fioritura estiva
  • La D. tatula da molti considerata una varietà della specie precedente, da cui si distingue per il fusto internamente pieno e non fibroso e per i fiori di colore porporino o violaceo.
  • La D. metel L. originaria della Cina, detta anche La tromba del Diavolo a causa della sua foggia e della sua alta tossicità, erbacea perenne dalle radici carnose, il fusto raggiunge i 2 m, con grandi foglie di colore grigio-verde, i fiori semplici profumati, a forma di tromba, con corolla a 10 lobi di colore bianco a volte sfumato viola, o in alcune varietà a fiore doppio di colore viola o porpora scuro, con l'interno candido
Datura stramonium
Datura versicolor

Altre specie:

Proprietà[modifica | modifica wikitesto]

Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Tutte le specie (in particolare D. stramonium, D. metel e D. inoxia) contengono in percentuali variabili gli alcaloidi allucinogeni scopolamina e atropina[1]. Sono state utilizzate fin dall'antichità per rituali religiosi e sciamanici, benché ne fosse nota l'alta pericolosità[2]. Infatti la dose attiva di questi alcaloidi è molto vicina alla dose tossica[3], il che rende molto pericolose esperienze con questo genere di pianta[4].

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

Prediligono esposizione riparata dal freddo e soleggiata, terreno leggero, fertile, fresco e sabbioso. Le specie perenni, più sensibili alle gelate, devono essere ricoverate in serra fredda o in locale asciutto, prevedendo quindi la coltura in vaso o togliendo dal terreno le piante prima dell'arrivo del gelo, come per i Pelargonium, e ripiantate in Primavera dopo un'energica potatura.

La moltiplicazione avviene con la semina primaverile, per le specie annuali o per le perenni coltivate come annuali, per la fioritura estiva; per le specie perenni come la D. arborea si ricorre alla moltiplicazione per talea legnosa, in settembre, utilizzando i rami dell'anno.

Avversità[modifica | modifica wikitesto]

Temono il gelo e il ristagno idrico.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ stramonio,Datura stramonium-Erboristeria Dulcamara-tavola botanica stramonio
  2. ^ Stramonio
  3. ^ Abuso di Datura Stramonium
  4. ^ Torino, insalata tossica: era Tromba del Diavolo, ha effetti allucinogeni | Blitz quotidiano

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica