Dattero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il mollusco, vedi dattero di mare.
Datteri sulla palma

Il dattero è il frutto della palma da datteri (Phoenix dactylifera).

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

Frutto tipico dell'Africa mediterranea, Israele e di paesi dell'Asia occidentale, originario della zona mediorientale del delta dei fiumi Eufrate e Tigri.

La palma da dattero comincia a fruttificare a partire dal terzo anno d'età e può vivere oltre i trecento anni, arrivando a produrre, nelle annate migliori, fino a cinquanta chili di datteri.

Valori nutritivi[modifica | modifica wikitesto]

I valori nutrizionali dei datteri sono riportati nella tabella a fianco.[1]

Datteri
Valori nutrizionali per 100 g
Energia 277 kcal (1 160 kJ)
Proteine 1,81
Carboidrati
Totali 74,97
Zuccheri 66,47
Fibre 6,7
Grassi
Totali 0,15
Acqua 21,32
Vitamine
Vitamina A 149
Tiamina (Vit. B1) 0,05
Riboflavina (Vit. B2) 0,06
Niacina (Vit. B3) 1,61
Acido pantotenico (Vit. B5) 0,805
Vitamina B6 0,249
Vitamina K 2,7
Minerali
Calcio 64
Ferro 0,9
Fosforo 62
Magnesio 54
Manganese 0,296
Potassio 696
Rame 0,362
Sodio 1
Zinco 0,44

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Si consuma sia fresco che essiccato. Dal dattero si ricava un particolare tipo di miele ed alcolici derivati dalla sua fermentazione, come ad esempio l'arrak.

datteri e noccioli

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Datteri: valori nutrizionali


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]