Dario Passoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dario Passoni
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 183 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Ritirato 2012
Carriera
Giovanili
Inter Inter
Squadre di club1
1993-1995 Casarano Casarano 54 (5)
1995-1996 Fidelis Andria Fidelis Andria 33 (3)
1996 Venezia Venezia 10 (0)
1996-2001 Chievo Chievo 106 (5)
2001-2002 Siena Siena 31 (2)
2002-2003 Chievo Chievo 6 (0)
2003 Uralan Uralan 28 (3)
2004-2007 Livorno Livorno 99 (1)
2007-2009 Mantova Mantova 46 (1)
2009 Piacenza Piacenza 17 (2)
2009-2011 AlbinoLeffe AlbinoLeffe 53 (1)[1]
2011-2012 600px Viola.png Folzano  ? (?)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 20 settembre 2012

Dario Passoni (Cassano d'Adda, 9 febbraio 1974) è un ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Impostato in gioventù come difensore centrale[2], nel corso della carriera ha giocato prevalentemente come regista[2][3]. Nelle ultime stagioni Emiliano Mondonico lo ha riportato al centro della difesa, nel ruolo di libero[4][5], nonostante una certa lentezza nel ruolo[3][5].

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Cresce calcisticamente nella Primavera dell'Inter, con cui esordisce disputando una partita di Coppa Italia contro la Juventus[6]. Nel 1993 passa al Casarano, prima in prestito e poi ceduto a titolo definitivo[7]. Vi rimane due stagioni, disputando 54 partite e segnando 5 gol. Il d.s. Pantaleo Corvino lo vende nell'annata 1995-1996 alla Fidelis Andria in serie B, dove disputa 33 partite segnando 3 gol.

L'anno successivo passa al Venezia, con cui disputa solo la prima parte della stagione, per poi passare al Chievo Verona[8]. Vi rimane per cinque anni, tutti in Serie B con 106 presenze e 5 gol realizzati, conquistando la prima promozione in Serie A nel campionato 2000-2001. Nel settembre del 2001 passa in prestito al Siena[9], di nuovo in Serie B (32 gare e 2 reti), prima di tornare al Chievo, col quale esordisce in Serie A il 29 settembre 2002 contro l'Inter.

In prossimità della scadenza di contratto con il Chievo[10] decide di provare l'avventura estera nell'Uralan Elista, squadra militante nella Premjer Liga russa allenata dall'ex interista Igor Shalimov[10], dove disputa 28 partite segnando 3 gol, diventando, assieme al connazionale Alessandro Dal Canto, il primo calciatore italiano a giocare nel campionato russo[10]. Nel gennaio 2004 torna in Italia, al Livorno, con cui è uno dei protagonisti della promozione in Serie A degli amaranto[11].

Tra la stagione 2003-2004 e la stagione 2006-2007 gioca 77 partite e segna il suo primo gol in Serie A. Nel 2007 scende in Serie B, firmando un contratto triennale che lo lega al Mantova[12]; vi rimane per due stagioni e mezzo, prima di passare in prestito al Piacenza nel gennaio 2009[13]. Con gli emiliani conquista la salvezza, contribuendo in modo significativo alla positiva seconda parte di campionato nel ruolo di regista[3].

Il 31 agosto 2009 l'AlbinoLeffe rileva per intero il suo cartellino e Passoni firma un contratto biennale[14]. Durante la stagione 2009-2010 gioca con continuità e totalizza 34 presenze in maglia bluceleste.

Nel mese di luglio 2011 si trasferisce al Folzano, squadra bresciana di Promozione[15] con la quale ottiene la promozione in Eccellenza[16].

Calcioscommesse[modifica | modifica sorgente]

Coinvolto nel calcioscommesse dell'inchiesta di Cremona, il 31 maggio 2012 patteggiando viene squalificato per 1 anno e 2 mesi.[17]

Il 26 luglio viene deferito dal procuratore federale Stefano Palazzi per illecito sportivo, divieto scommesse e violazione art.1 di lealtà sportiva in merito a Albinoleffe-Siena del 2011 (secondo filone di indagini della procura di Cremona)[18] Il 1º agosto dopo essersi visto rifiutare la richiesta di 4 mesi di squalifica con patteggiamento, ripatteggia e ottiene una squalifica pari a 6 mesi e 15 giorni da sommare ai 14 mesi del precedente processo.[19][20]

Il 10 dicembre per il filone di Napoli patteggia 9 mesi di squalifica[21][22] che, sommati alle condanne precedenti, fanno un totale di 2 anni, 5 mesi e 15 giorni di squalifica. Il 30 maggio era già stato archiviato in relazione al procedimento ordinario penale.[23]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ 55 (1) considerando i play-out di Serie B della stagione 2010-2011.
  2. ^ a b Passoni: "Ci vuole un pizzico di cattiveria in più" Albinoleffe.com
  3. ^ a b c Stagione 2008-2009 Storiapiacenza1919.it
  4. ^ AlbinoLeffe: sei reti in amichevole Bergamonerazzurra.com
  5. ^ a b Le Pagelle dell'Albinoleffe: Perché Passoni difensore centrale? Reggionelpallone.it
  6. ^ Statistiche su Interfc.it
  7. ^ Acquisti e cessioni 1990-1995 Storiainter.it
  8. ^ Calcio news, La Repubblica, 31 dicembre 1996, pag.48
  9. ^ Siena: per Passoni c'è l'ok del Chievo Tuttomercatoweb.com
  10. ^ a b c LITTLE ITALY Passoni, primo italiano in Russia: 'Sauna-cotoletta. Poi la partita...' Calciomercato.com
  11. ^ Dalla serie C alla coppa Uefa, ripercorriamo i 14 anni dell'era Spinelli Quilivorno.it
  12. ^ UFFICIALE: Passoni è del Mantova tuttomercatoweb.com
  13. ^ Rosa 2008-2009 Storiapiacenza1919.it
  14. ^ Arriva Dario Passoni dal Mantova Albinoleffe.com
  15. ^ La nuova vita di Passoni «Folzano, ora vinciamo» Bresciaoggi.it
  16. ^ Folzano, via alla festa: è Eccellenza! Lombardiacalcio.it
  17. ^ SCOMMESSE: L'ATALANTA RIPARTE DA -2 - Due anni a Doni e 20 mesi a Carobbio, Sportmediaset.it, 31 maggio 2012.
  18. ^ SCOMMESSE: CONTE EVITA L'ILLECITO Sportmediaset.it, 26 luglio 2012
  19. ^ Scommesse: Conte, si fa dura, Sportmediaset.it, 1º agosto 2012.
  20. ^ Caos Conte: tutto sospeso in La Gazzetta dello Sport, 2 agosto 2012, p. 27.
  21. ^ Palazzi: "Per il Napoli -1 punto. A Cannavaro e Grava 9 mesi", La Gazzetta dello Sport, 10 dicembre 2012
  22. ^ «Un punto al Crotone, tre anni ad Agostinelli», Corriere dello Sport, 10 dicembre 2012
  23. ^ Calcio scommesse, Procura di Napoli: depositate anche le archiviazioni Blitzquotidiano.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Dario Passoni in TuttoCalciatori.Net, Ascoli Piceno, Norz Srl.
  • (DEENIT) Dario Passoni in Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.