Dario Gai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il cantautore italiano precedentemente conosciuto con questo nome, vedi Dario Gay.
Dario Gai
Dati biografici
Nazionalità bandiera Italia
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Carriera
Squadre di club1
1925-1929 Milan Milan 17 (7)
1929-1930 La Dominante La Dominante 33 (13)
1930-1933 Bari Bari 93 (20)
1933-1934 Sampierdarenese Sampierdarenese 19 (4)
1934-1935 Taranto Taranto 25 (4)
1935-1936 Cosenza Cosenza  ? (?)
Carriera da allenatore
1938 Gubbio Gubbio
1939-1940 600px Azzurro Bianco e Azzurro.png Trani
1940-1941 Taranto Taranto
1941-1942 Barletta Barletta
194? Teramo Teramo
194?-1945 Molfetta Molfetta
1947-1948 Torrese Torrese
1948-1949 Gubbio Gubbio
1949-1950 Barletta Barletta
1950 Matera Matera
1950-1951 600px Rosso e Blu.png U.S. Grumese
1951-1954 Manfredonia Manfredonia
1954-1955 Barletta Barletta
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Dario Gai (Alba, 21 aprile 19071992) è stato un calciatore e allenatore di calcio italiano, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Debutta con il Milan nella Divisione Nazionale 1926-1927; con i rossoneri rimane fino al 1929, disputando in totale 18 gare (di cui 17 in Divisione Nazionale) e segnando 9 gol, di cui 7 in campionato.[1]

Nel 1929 passa alla Dominante in Serie B, dove rimane per una stagione.

L'anno successivo si trasferisce al Bari, e con i pugliesi rimane per tre anni, dei quali il primo in Serie B ed i due successivi in Serie A; in totale, oltre alle presenze con il Milan nell'allora Divisione Nazionale, colleziona in Serie A con il Bari 62 presenze mettendo a segno 10 reti.[2][3][4]

Dopo un altro campionato in Serie B con la Sampierdarenese, termina la carriera in Prima Divisione (l'anno seguente diventata Serie C) con il Taranto[5] ed infine con il Cosenza[6].

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Allena per diversi anni il Barletta sia nella Prima Divisione pugliese che nel campionato interregionale di Promozione[7], il Trani con cui ottiene una promozione in Serie C nel campionato 1939-40, il Taranto in Serie C nel 1940-41[8], il Gubbio ed il Teramo sempre in Prima Divisione, il Molfetta fino al 1945[9], la Torrese nel campionato di Serie B 1947-1948, il Matera in Promozione[10], la Grumese[11] ed il Manfredonia in Prima Divisione pugliese.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Dario Gai era nonno del cantante Dario Gay.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Profilo su Magliarossonera.it. URL consultato il 09-06-2010.
  2. ^ Statistiche su Solobari.it. URL consultato il 09-06-2010.
  3. ^ (EN) Stagione 1931-32 su Rsssf.com. URL consultato il 09-06-2010.
  4. ^ (EN) Stagione 1932-33 su Rsssf.com. URL consultato il 09-06-2010.
  5. ^ Il Taranto 1934-35, xoomer.virgilio.it. URL consultato il 09-06-2010.
  6. ^ Le liste di trasferimento offrono una tangibile dimostrazione della crescita del movimento calcistico italiano, Il Littoriale, 8-9 agosto 1936, pp.6-7-8
  7. ^ Storia S.S. Barletta, Forzabarletta.com. URL consultato il 09-06-2010.
  8. ^ Il Taranto 1940-41, xoomer.virgilio.it. URL consultato il 15-02-2011.
  9. ^ Le liste di trasferimento dei calciatori per la stagione 1945-46, Il Corriere dello Sport, 20 settembre 1945, pag.2
  10. ^ Formazioni-tipo F.C. Matera, Sassilive.it. URL consultato il 12-05-2011.
  11. ^ Storia della Grumese, Grumonline.it. URL consultato il 30-06-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]