Darío Siviski

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Darío Siviski
Dati biografici
Nome Darío Andrés Siviski
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 181 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Ritirato 1997
Carriera
Giovanili
1978-1980 River Plate River Plate
Squadre di club1
1981-1984 Temperley Temperley 19 (1)
1984-1985 Toluca Toluca 32 (5)
1985-1986 Temperley Temperley 23 (5)
1986-1988 San Lorenzo San Lorenzo 127 (21)
1990-1991 Servette Servette 0 (0)
1991-1992 Independiente Independiente 27 (4)
1992-1993 Estudiantes Estudiantes 20 (0)
1993-1994 Servette Servette 20 (0)
1994-1995 Avispa Fukuoka Avispa Fukuoka  ? (?)
1996-1997 G. U. de Tandil G. U. de Tandil  ? (?)
1997-1999 Temperley Temperley 19 (6)
Nazionale
1987-1988
1988
Argentina Argentina
Argentina Argentina olimpica
6 (0)
4 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Darío Andrés Siviski (Avellaneda, 20 dicembre 1962) è un ex calciatore argentino, di origine polacca di ruolo centrocampista.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Giocava centrocampista,[1] ricoprendo il ruolo di volante destro.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Siviski, soprannominato El Ruso per via del suo cognome, debuttò con il Temperley nel 1981, partecipando ai tornei regionali; quando il club si qualificò alla Primera División argentina, anche il centrocampista vi prese parte, scendendo in campo per un totale di tre volte nella stagione 1983. Dopo le 16 del 1984 tra Metropolitano e Nacional, si trasferì per la prima volta all'estero, disputando il campionato 1984-1985 con il Toluca in Messico. Terminata la competizione, fece ritorno in patria, dove disputò la Primera División 1985-1986. Venne poi ceduto al San Lorenzo, con la cui maglia debuttò il 13 luglio 1986 contro il Rosario Central.[2] Giocando per la squadra di Buenos Aires ottenne la convocazione in Nazionale e la possibilità di militare con regolarità nella massima serie argentina. Nel 1990 ebbe la sua seconda esperienza fuori dai patri confini, andando in Svizzera, per vestire la casacca del Servette. Nel 1991-1992 fece ritorno in Argentina, firmando per l'Independiente; dopo aver giocato la successiva annata con l'Estudiantes, uscì ancora una volta dal suo Paese natale per tornare al calcio svizzero, sempre con il Servette. Nel 1994 passò all'Avispa Fukuoka, squadra giapponese in cui militava anche il connazionale Hugo Maradona, mentre nel 1996 giocò a Tandil con il Grupo Universitario. Chiuse poi la carriera con il Temperley nel 1999.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 giugno 1987 debuttò con la Nazionale maggiore;[1] incluso nei convocati per la Copa América 1987, fece il suo esordio nella manifestazione il 2 luglio al Monumental di Núñez contro l'Ecuador, sostituendo Hernán Díaz all'80º minuto.[3] Quell'incontro fu l'unico che Siviski disputò con l'Argentina nella Copa América, e raccolse le restanti 4 presenze in incontri amichevoli. L'anno seguente fu chiamato per le Olimpiadi di Seul 1988, durante le quali giocò con regolarità, scendendo in campo in tutte e quattro le partite dell'Argentina nel torneo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b
  2. ^ a b (ES) Darío Siviski, museodesanlorenzo.com.ar. URL consultato il 12-4-2011.
  3. ^ (EN) Copa América 1987, RSSSF. URL consultato il 19-2-2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]