Danio roseus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Danio roseus
Danio roseus.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Cypriniformes
Famiglia Cyprinidae
Sottofamiglia Danioninae
Genere Danio
Specie D. roseus
Nomenclatura binomiale
Danio roseus
Fang & Kottelat, 2000

Danio roseus Fang & Kottelat, 2000 è un piccolo pesce di acqua dolce appartenente alla famiglia Cyprinidae.

Habitat[modifica | modifica wikitesto]

Proviene dall'Asia, dove si trova in Laos, Thailandia e Myanmar, solo raramente nel corso principale del fiume Mekong[2], di solito lo si trova negli affluenti. Predilige le aree vicine alle foreste[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Presenta un corpo compresso lateralmente, allungato e non molto alto, con la bocca rivolta verso l'alto. La livrea di questo pesce è prevalentemente rosata, ma a volte sfuma verso il grigio. Si distingue dalla specie simile, Danio albolineatus, per la mancanza di striature sui fianchi. Un'altra caratteristica che lo distingue dagli altri pesci del genere Danio è il fatto che è dotato di barbigli[2]. Raggiunge i 3.7 cm, ma in genere le femmine sono più grandi dei maschi.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

È prevalentemente insettivoro[3].

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

È oviparo e la fecondazione è esterna. Le uova vengono disperse nell'acqua e non vi sono cure verso di esse[3].

Acquariofilia[modifica | modifica wikitesto]

È una specie scoperta piuttosto recentemente, ma si è diffusa perché è economico e può essere tenuto anche da persone inesperte. Ha un temperamento pacifico ed è adatto agli acquari di comunità, ma come tutti i Danio deve essere tenuto in gruppo[3].

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è classificata come "a rischio minimo" (LC) dalla lista rossa IUCN perché non è minacciata da particolari pericoli anche se in futuro il degrado del suo habitat potrà rappresentare un rischio[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Vidthayanon, C, Danio roseus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ a b (EN) D. roseus in FishBase. URL consultato il 22 novembre 2013.
  3. ^ a b c scheda su www.seriouslyfish.com. URL consultato il 22 novembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci