Danilo Pennone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Danilo Pennone (Roma, 14 luglio 1963) è uno scrittore e compositore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in Lettere, insegna a Roma. Le sue prime pubblicazioni risalgono alla fine degli anni Ottanta con saggi sulla mitologia celtica. Ha esordito nella narrativa nel 2008 con il romanzo Confessioni di una mente criminale, da cui è stato tratto l'omonimo spettacolo teatrale, per la regia di Marcello Cotugno, rappresentato tra l'altro al Todi Arte Festival 2009, con la direzione artistica di Maurizio Costanzo, e nelle carceri romane di Regina Coeli e Rebibbia, con il patrocinio del Garante dei Diritti dei Detenuti del Lazio.

Ha collaborato alla realizzazione di tre CD come coautore di musiche e testi. Nel 2007 è stata messa in scena la commedia musicale, di cui è autore del testo e delle musiche, Era l'estate dell'amore, per la regia di Claudio "Greg" Gregori. Ha lavorato come assistente alla cattedra di Storia del Cinema presso l'Università "La Sapienza" di Roma. È autore musicale e teatrale.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

  • Diversivo coniugale, in Storie, n. 27/28, 1997

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • 2007, Era l'estate dell'amore
  • 2009, Confessioni di una mente criminale
  • 2012, Un, deux, trois… Pam, Ham!

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 2004, Benedetto amore (Interbeat INTS 20-04)
  • 2006, Bastava che ci capissimo io e i miei (Interbeat INT 01-06), distribuzione Storie di Note
  • 2009, Il paese che non c’è (Interbeat INTS 09)
  • 2012, Straniero (Interbeat - Musica&Teste M&T 03-12), distribuzione Egea

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 4333058