Daniele Scalise

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Daniele Scalise nel 2008.

Daniele Scalise (Roma, 2 luglio 1952) è un giornalista e scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato professionalmente come ricercatore sociale, ha lavorato in RAI come programmista regista, ed è stato corrispondente di guerra per l’agenzia Quotidiani Associati.

Dedicatosi alla scrittura, si è prevalentemente occupato di discriminazioni di tipo razziale (antisemitismo) e sessuale (omofobia). Egli stesso scopertosi omosessuale in età adulta dovette affrontare la questione in famiglia, essendo già sposato. Al suo rapporto con la figlia, e all’esperienza di genitore gay, è ispirato il suo lavoro più recente, Lettera di un padre omosessuale alla figlia (cit.).

Nel 2000 curò una rubrica gay, «Cose dell’altro mondo», su un periodico generalista, Panorama; l’esperienza proseguì dal febbraio 2001 all’agosto 2002 sull’Espresso con «GayWatch», poi chiuso dalla nuova direttrice della testata, Daniela Hamaui[1]; la rubrica fu in seguito ospitata dal Foglio di Giuliano Ferrara con il titolo «Froci»[1].

Rubriche a parte, è collaboratore fisso della rivista Prima Comunicazione dal 1996.

Produzione editoriale[modifica | modifica sorgente]

Il primo lavoro editoriale di Scalise risale al 1996, Cose dell’altro mondo. Viaggio nell’Italia gay, una sorta di libro-documentario sulla condizione degli omosessuali di metà anni novanta; ad esso fece seguito Il caso Mortara, libro-inchiesta su un fatto di metà Ottocento che sollevò l’opinione pubblica internazionale contro lo Stato Pontificio, il prelevamento e l’educazione forzata in un collegio cattolico di Edgardo Mortara, giovane ebreo bolognese tolto alla famiglia d’origine da papa Pio IX perché battezzato in segreto da una domestica cattolica. Il libro, insieme a Prigioniero del papa re del rabbino newyorkese David Kertzer, si inseriva nella polemica ebraica avverso la beatificazione di Pio IX da parte di Karol Wojtyła[2].

Tra il 2002 e il 2006 curò, per Mondadori, cinque libri di una più vasta antologia di racconti a sfondo omosessuale, Men on Men[3] e, nel 2005, sempre rimanendo nel filone del pregiudizio di matrice cattolica, diede alle stampe I soliti ebrei, libro nel quale si parla dei pregiudizi più diffusi verso l’ebraismo, primo tra tutti quello di costituire una lobby avente lo scopo di dominare il resto dell’umanità.

Più recentemente, nel 2008, raccontò in Lettera di un padre omosessuale alla figlia la sua esperienza di genitore gay che è passato intorno ai trent’anni alla presa di coscienza della sua identità sessuale e deve condividere questa scoperta con una moglie, dei genitori e soprattutto una figlia che all’epoca era preadolescente[4][5]. Il libro fu presentato anche alla Fiera del Libro di Torino nel maggio 2008[6] e, in settembre, al Festival della Letteratura di Mantova[7].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Daniele Priori, Froci di tutto il mondo, unitevi! La comunicazione vi salverà in DanielePriori.net, 1º novembre 2002. URL consultato il 25-12-2010.
  2. ^ Daniele Scalise, Ma quel rapimento non va dimenticato in Morashà, 1º novembre 1999. URL consultato il 23-1-2009.
  3. ^ Uomini uomini in Rai Libro. URL consultato il 25-12-2011.
  4. ^ Marisa Fumagalli, Lui, la figlia, l’altro, alla ricerca disperata di una “normalità” in Corriere della Sera, 17 gennaio 2008. URL consultato il 23-1-2009.
  5. ^ Beppe Benvenuto, Scalise racconta alla figlia come è diventato libero in L’Occidentale, 20 marzo 2008. URL consultato il 23-1-2009.
  6. ^ Beppe Benvenuto. «Quando il papà fa outing», il Secolo XIX, 16 giugno 2008
  7. ^ Letizia Paolozzi, La normalità di essere diversi in Donne e altri, 8 settembre 2008. URL consultato il 23-1-2009.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Daniele Scalise. Cose dell’altro mondo. Viaggio nell’Italia gay. Milano, Zelig 1996. ISBN 8886471432
  • Daniele Scalise. Il caso Mortara. La vera storia del bambino ebreo rapito dal papa. Milano, Mondadori 1996. ISBN 8804415231
  • Daniele Scalise (a cura di). Men on Men. Antologia di racconti gay, Milano, Mondadori 2002-2006. ISBN 8804557966
  • Daniele Scalise. I soliti ebrei. Viaggio nel pregiudizio antiebraico nell’Italia di oggi. Milano, Mondadori 2005. ISBN 8804537248
  • Daniele Scalise. Lettera di un padre omosessuale alla figlia. Milano, Rizzoli 2008. ISBN 8817020508