Daniel J. Bernstein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Daniel Julius Bernstein

Daniel Julius Bernstein, conosciuto con l'acronimo djb (East Patchogue, 29 ottobre 1971), è un matematico e informatico statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si è laureato in Matematica alla New York University nel 1991 ed ha conseguito il dottorato di Matematica all'Università di Berkeley nel 1995, allievo di Hendrik Lenstra.

Attualmente professore all'Università dell'Illinois a Chicago, è l'autore di alcuni software quali: qmail (server di posta), djbdns (server DNS), ucspi-tcp (programmi per servizi di rete client-server).

Bernstein è una figura controversa.[In che senso? Rispetto a cosa? Per quale motivo?][1]

Affermato studioso di crittografia, Bernstein ha promosso nel 1995, quand'era ancora studente, un processo contro gli Stati Uniti per la legge che proibiva l'esportazione dei software di crittografia, in seguito al quale il governo è stato costretto a modificare le normative.

Su Usenet, e attraverso il suo sito web, ha litigato pubblicamente con Wietse Venema e Paul Vixie riguardo alla sicurezza del software; con Matteo Frigo, autore di FFTw, riguardo all'implementazione e al benchmarking di FFT; con Bruce Schneier e Arjen Lenstra riguardo al costo computazionale.

Convinto promotore della full disclosure, nel 2004 ha tenuto uno dei primi corsi universitari sulla sicurezza del software (intitolato "UNIX Security Holes") alla fine del quale i suoi 16 allievi hanno reso pubblici 44 nuovi "buchi di sicurezza".

Insieme ad A.O.L Atkin è autore dell'algoritmo per il calcolo di numeri primi detto Crivello di Atkin.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ «Oddly, there are many people who profess to hate djb. ...», Aaron Swartz, "djb" (Aaron Swartz's Raw Thought)

Controllo di autorità VIAF: 36454265 LCCN: nb2009001624