Daniel Gibson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Daniel Gibson
Daniel Gibson 2.jpg
Gibson con la maglia dei Cleveland Cavaliers
Dati biografici
Nome Daniel Hiram Gibson
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 188 cm
Peso 86 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Guardia
Squadra No flag.svg Free agent
Carriera
Giovanili

2004-2006
Jones High School
Texas Longhorns Texas Longhorns
Squadre di club
2006-2013 Cleveland Cavaliers Cleveland Cavaliers 397 (3115)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 giugno 2013

Daniel Hiram Gibson (Houston, 27 febbraio 1986) è un cestista statunitense.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Daniel Gibson soprannominato "Boobie" è figlio di Byron, ex cestista della University of Houston. Daniel ha frequentato la high school di Houston, dalla quale è uscito come sesto su 212 studenti. La sua carriera sportiva durante la high school è stata eccellente, infatti ha condotto da senior la squadra al titolo statale, che Houston non otteneva dal 1965, concludendo la stagione con 25,5 punti di media a partita; inoltre ha terminato la carriera come miglior realizzatore di tutti i tempi della Houston high school. È membro della National Honor Society delle high school. Ha avuto anche soddisfazioni fuori dal campo, essendo stato scelto nel McDonald's All American e nel Second-Team Parade All-American. In seguito si è laureato in comunicazioni aziendali all'università del Texas.

Viene scelto dai Cleveland Cavaliers nel draft NBA 2006 nel secondo turno come quarantaduesima scelta.

Utilizzato da coach Mike Brown a volte come guardia e a volte come playmaker, già al primo anno in NBA ha la possibilità di partecipare a una finale di Conference (vinta contro i Detroit Pistons grazie ai suoi 31 punti) e a una finale di Lega (persa contro i San Antonio Spurs). Al secondo anno riceve la convocazione per la partita tra i Rookie (giocatori al primo anno nella NBA) e i Sophomore (giocatori al secondo anno) durante l'All-Star week-end, e grazie a un 11 su 20 dai tre punti (33 punti a fine gara) vince il titolo di MVP della sfida e permette ai suoi Sophomore di imporsi.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]