Daniel Buren

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Daniel Buren
Premio Premio Imperiale 2007

Daniel Buren (Boulogne-Billancourt, 25 marzo 1938) è un pittore e scultore francese.

"L'arc rouge", che sostiene il ponte "Puente Principi España". Guggenheim Museum (Bilbao) Spagna

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Formatosi all'Ecole des Métiers d'Art ha basato tutta la sua produzione giovanile su una stoffa da tende a righe di 8,7 cm alternativamente bianche e colorate.

Più recentemente, negli anni '80 ha abbandonato la pittura in favore delle installazioni architettoniche permanenti su spazi pubblici, tra cui Les Deux Plateaux al Palais-Royal di Parigi. Quasi tutte le sue opere non esistono fuori dal tempo e dallo spazio per i quali sono state concepite: la maggior parte di esse sono dunque state distrutte dopo la loro presentazione.

Nel 1986 ha partecipato alla Biennale di Venezia aggiudicandosi il Leone d'Oro per il miglior padiglione.

In Italia, a Colle Val d'Elsa, nell’ambito della riqualificazione del centro della città bassa (progetto coordinato dall’Atelier di Jean Nouvel), si è occupato della ripavimentazione della centrale Piazza Arnolfo di Cambio.

Nel 2008 ha partecipato al progetto Luci d'artista a Torino con l'installazione Tappeto Volante in Piazza Palazzo di Città.

Il 4 febbraio 2010 la Commissione del Bando di Concorso per la riqualificazione architettonica e artistica di Piazza Verdi alla Spezia ha aggiudicato a Buren la riqualificazione della piazza, giudicata da Vittorio Sgarbi un'opera criminale.

Daniel Buren nei musei italiani[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 84970665 LCCN: n80083617