Dana Reeve

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Dana Morosini Reeve (Teaneck, 17 marzo 1961New York, 6 marzo 2006) è stata una cantante e attrice statunitense.

Figlia di un cardiologo, Charles. La famiglia era di origini veneziane[senza fonte].

Studentessa a Middlebury, aveva sposato Christopher Reeve nel 1992. Quando, nel 1995, il marito era rimasto paralizzato, aveva abbandonato quasi completamente la carriera per assisterlo. È morta poco dopo la scomparsa del marito, per un tumore ai polmoni. Quando morì, lasciò un figlio di 13 anni, William.

Attivista per i diritti dei disabili[modifica | modifica wikitesto]

Dana Reeve è diventata con il passare degli anni un'attivista nelle campagne a difesa dei diritti dei disabili e una grande sostenitrice della ricerca sulle cellule staminali e la clonazione terapeutica, che ha sostenuto anche attraverso una propria organizzazione, protestando contro la politica del governo statunitense.

Ha aperto con il marito Christopher il Christopher and Dana Reeve Paralysis Resource Center, un ospedale a Short Hills, nel New Jersey.

Il 25 aprile 1998, la casa editrice Random House ha pubblicato l'autobiografia scritta a quattro mani col marito, "Still Me" (Ancora Io).

Nel 2004, durante la campagna presidenziale, ha condotto una convinta campagna a favore di John Kerry, candidato alla Casa Bianca del partito dei Democratici, in quanto favorevole alla ricerca sulle cellule staminali, contrariamente al programma politico del presidente Bush.

Malattia e morte[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 agosto 2005 annuncia di avere il carcinoma del polmone in fase terminale, infatti muore il 6 marzo 2006 a solo 45 anni.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 26395049 LCCN: n99032060

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema