Damon Runyon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alfred Damon Runyan

Alfred Damon Runyan (Manhattan, 4 ottobre 1880New York, 10 dicembre 1946) è stato uno scrittore e giornalista statunitense.

Damon Runyon (il mis-spelling del suo cognome vero fu intenzionale) iniziò la sua carriera come giornalista, diventando presto famoso in tutta l'America per le sue avvincenti cronache, nelle quali sapeva trattare ogni avvenimento, da una corsa di cavalli sulla pista di Saratoga a un'esecuzione sulla sedia elettrica di Sing Sing, in un modo particolare, che gli dava un posto a sé.

Negli ultimi anni del proibizionismo fece ulteriore fortuna con le sue storie brevi, che raccontavano la Broadway di giocatori d'azzardo, gangster e brave ragazze.

Quelle storie furono raccolte in più volumi, il più noto dei quali è Guys And Dolls, da cui fu tratto un musical rappresentato per la prima volta a Broadway nel 1950. Da due novelle di quella raccolta (The Idyll Of Miss Sarah Brown e Blood Pressure), Joseph L. Mankiewicz e Ben Hecht trassero la sceneggiatura per un film del 1955 interpretato da Viviane Blaine, Marlon Brando, Jean Simmons e Frank Sinatra. Dai suoi racconti fu tratta anche la serie televisiva antologica Damon Runyon Theater (1955-1956). L'anno successivo, forte del successo della pellicola, uscì la versione italiana di Bulli e pupe, tradotta da Marcella Hannau per Longanesi.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • La storpiatura del cognome (Runyon invece di Runyan) deriva da un errore di stampa di un quotidiano per cui lavorava intorno al 1897, quando viveva a Pueblo, nel Colorado: divertito dall'errore, decise di mantenere così il cognome.
  • Diversi film furono tratti dalle storie brevi di Damon Runyon, vennero girati da importanti registi e interpretati da grandi attori: uno fra questi fu Little Miss Marker (1934), che fece di Shirley Temple una star.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 7365839 LCCN: n80049533