Damien Karras

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Damien Karras
Jason Miller interpreta Padre Karras in L'esorcista III
Jason Miller interpreta Padre Karras in L'esorcista III
Universo L'esorcista
Lingua orig. Inglese
Alter ego
  • Paziente X (Nome con cui viene accreditato nei titoli di coda de L'esorcista III)
  • Tommy Sunlight (Soprannome nel romanzo Legion)
Autore William Peter Blatty
1ª app. in L'esorcista
Ultima app. in L'esorcista III
Interpretato da Jason Miller
Voci italiane
Sesso Maschio
Etnia caucasica
Data di nascita 12 aprile 1935[1]
Professione Prete

Padre Damien Karras è un personaggio immaginario, co-protagonista dei romanzi L'esorcista (1971) e Legion (1983) e della saga cinematografica omonima da essi tratta, interpretato da Jason Miller che per l'interpretazione di Padre Karras ha anche ottenuto una nomination all'Oscar come miglior attore non protagonista[2].

Karras è il primo dei due preti che viene contattato dalla famiglia MacNeil per aiutare la loro figlia Regan, posseduta dal demone Pazuzu. Karras è però debole sul piano emotivo a causa della morte di sua madre e il demone approfitterà di questa debolezza per farlo cadere emotivamente.

Il personaggio[modifica | modifica sorgente]

L'incontro con Regan[modifica | modifica sorgente]

Padre Damien Karras è un giovane prete gesuita che, all'inizio de L'esorcista, viene sconvolto dalla perdita della madre e dal senso di colpa per non esserle stato abbastanza vicino, preso dai troppi impegni del proprio ministero. Quando Regan MacNeil viene posseduta dal demone Pazuzu, la madre della ragazza, la celebre attrice Chris MacNeil, si rivolge proprio a Padre Karras. Il prete si reca quotidianamente a far visita alla bambina, sperando di riuscire a scoprire il male che la perseguita. Si rende conto che Regan peggiora sempre di più e che l'essere dentro di lei è sempre più forte. Damien chiede l'intervento di un esorcista, padre Lankester Merrin, con cui comincia ad esorcizzare la bambina. A un certo punto Regan parla con la voce della madre di Damien, cosa che lo fa cedere emotivamente, tanto che Merrin lo fa uscire dalla stanza. Al suo ritorno, Damien trova Padre Merrin stroncato da un infarto. Infuriato, si avventa contro Regan e ordina al demone di uscire dal corpo della ragazza e prendere il suo: l'entità si impossessa di Damien, che però riesce a gettarsi dalla finestra, uccidendosi, prima di poter fare del male alla bambina.

Dopo la morte[modifica | modifica sorgente]

Nello stesso giorno della morte di Padre Karras viene condannato a morte il famoso assassino Gemini Killer, alias James Vennamun. Pazuzu, per vendicarsi di Damien che gli aveva impedito di uccidere Regan, fa in modo che l'anima di Gemini Killer entri nel corpo di Padre Karras. Dopo quindici anni, Damien è ricoverato in un ospedale psichiatrico. Ogni sera, l'anima di Gemini Killer lascia il corpo di Karras e possiede i pazienti dell'ospedale per compiere i suoi diabolici omicidi. Gemini Killer convoca nella sua cella il tenente Kinderman, vecchio amico di Damien, per convincerlo della sua identità. Dopo aver convinto il tenente sulla sua vera identità, Gemini Killer/Padre Karras muore stroncato da un infarto[3]. Nell'adattamento cinematografico, invece, Karras viene esorcizzato da Padre Morning, ma questi perisce nel tentativo. Allora interviene il tenente Kinderman che, a colpi di pistola, uccise sia Karras che Gemini Killer[4].

Interpreti[modifica | modifica sorgente]

Il personaggio di Padre Damien Karras fu interpretato da Jason Miller nel film del 1973 L'esorcista e ne L'esorcista III del 1990. Jack Nicholson e Gene Hackman erano stati considerati per la parte, in principio assegnata a Stacy Keach, poi rimpiazzato da Miller, alla sua prima esperienza, per volere del regista Friedkin[5].

Nel film Scary Movie 2 (2001), nello spezzone iniziale, viene riproposta una scena del film, naturalmente parodiata, quando la piccola Regan viene esorcizzata da Padre Merrin e Padre Karras; le parti dei 2 preti in Scary Movie 2 vengono interpretate rispettivamente da James Woods e da Andy Richter.

Simbologia[modifica | modifica sorgente]

Per Edoardo Nesi, scrittore e autore della prefazione all'edizione italiana de L'esorcista di William Peter Blatty, «i sensi di colpa di padre Karras sono i sensi di colpa di ognuno di noi per il non fatto e il non detto, per gli errori commessi e dei quali non riusciamo a reggere il peso»[6].

Un'interpretazione diffusa accosta il nome Damien al verbo greco δαμαω (damao) o δαμάζω (damàzho), che vuol dire "domare", "sottomettere"[7][8][9], da cui anche Damaso, quindi "domatore"[9].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Come si legge sulla sua lapide alla fine de L'esorcista III
  2. ^ (EN) The 46th Academy Awards (1974) Nominees and Winners, oscars.org. URL consultato il 26 luglio 2014.
  3. ^ William Peter Blatty, Legion, Simon & Schuster, ISBN 0-671-47045-0.
  4. ^ Bob McCabe, The Exorcist: Out of the Shadows, Omnibus Press, ISBN 9780711975095.
  5. ^ (EN) The Exorcist in Stories Behind The Screen, 24 ottobre 2011. URL consultato il 26 luglio 2014.
  6. ^ (EN) L'esorcista, un capolavoro rivoluzionario in lettera43.it, 9 maggio 2013. URL consultato il 26 luglio 2014.
  7. ^ (EN) Damian, Behind the Name. URL consultato il 26 luglio 2014.
  8. ^ K. M. Sheard, Llewellyn's Complete Book of Names, Llewellyn Publications, pp. 159, 160, ISBN 0-7387-2368-1.
  9. ^ a b Alfonso Burgio, Dizionario dei nomi propri di persona, Roma, Hermes Edizioni, 1992, Pag. 121, ISBN 88-7938-013-3.
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema