Daiquiri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Daiquiri alla fragola

Il Daiquiri o Daiquirì è un sour (cocktail) di origini caraibiche a base di rum bianco, succo di lime e sciroppo di zucchero di canna. È servito principalmente in un bicchiere da cocktail, cambia il bicchiere solo nel caso assuma variazioni fruttate. Numerose sono le sue varianti, ma le uniche accettata tra i cocktails I.B.A sono il Frozen Daiquiri e il Daiquiri alla Banana.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Già in voga negli USA ai primi del Novecento, si può bere anche come corroborante e dissetante. Le sue origini vengono fatte risalire al 1898, quando vi fu la guerra tra Stati Uniti e Spagna, dopo l'affondamento della nave Maine, nel porto dell'Avana. Secondo gli storiografi, un marine sbarcò in un piccolo villaggio nei pressi di Santiago di Cuba, precisamente a Daiquiri.

Qui per placare la sete entrò in una baracca che fungeva da mescita. Rifiutandosi di bere rum liscio, lo fece allungare con succo di lime e poi lo corresse ulteriormente con un po' di zucchero. Nacque così il Daiquiri.

Un'altra leggenda riportata da Elfloridita.net, sposta la sua data di nascita pochi anni più tardi, nel 1905, quando alcuni ingegneri americani impegnati nei lavori in una miniera, lo inventarono e gli diedero il nome della spiaggia cubana Daiquiri. Successe che l'ingegnere Pagliuchi visitò una miniera di ferro ad est di Cuba chiamata Daiquiri. Qui fa domande all'ingegnere americano Jennings S. Cox sul funzionamento della miniera per poterne esplorare altre.

Alla fine della giornata, Pagliuchi propose di bere qualcosa. La leggenda narra che Cox aveva a disposizione solo rum, dei lime e dello zucchero. Miscelarono gli ingredienti in uno shaker con ghiaccio e Pagliuchi fece: "Come si chiama questo cocktail?". "Non ha un nome...potrebbe essere un rum sour", rispose Cox. Pagliuchi concluse: "Questo nome non è degno di un cocktail così fine e delizioso come il nostro. Lo chiameremo Daiquiri".

Il Daiquiri è celebre per essere stato uno dei preferiti dallo scrittore Ernest Hemingway, assieme al mojito ("My mojito at La Bodeguita, my daiquiri at El Floridita"), viene anche ripetutamente citato nel film "Il Nostro Agente all'Avana" (1958). Viene citato inoltre in "Improvvisamente l'estate scorsa" (film del 1959, diretto da Joseph L. Mankiewicz) da Katharine Hepburn che lo offre a Montgomery Clift. Un Daiquiri è uno degli elementi chiave nel giallo Assassinio allo specchio di Guy Hamilton, dal romanzo di Agatha Christie.

Preparazione[modifica | modifica sorgente]

  • 4,5 cl di rum bianco
  • 2 cl di succo di limone fresco
  • 0,5 cl di sciroppo di zucchero

Preparare nello shaker e servire in coppetta da cocktail senza decorazioni.

Frozen daiquiri[modifica | modifica sorgente]

Il Frozen daiquiri non è altro che una moderna versione del Daiquiri. Ottima d'estate, rinfrescante, adatta alle serate calde. La ricetta internazionale dell'IBA riporta tra gli ingredienti anche la presenza di una pallina di gelato. Il bicchiere più adatto a servire il Frozen Daiquiri è il Goblet. Si tratta di un bicchiere simile ad una coppa, idoneo per long drink.

Banana daiquiri[modifica | modifica sorgente]

Anche il Banana Daiquiri è una versione del Daiquiri moderna. La ricetta internazionale dell'IBA non prevede la crema di banana, mentre altri ricettari la consigliano.

Superior Daiquiri[modifica | modifica sorgente]

Cocktail che trova le sue origini a Porto Rico nel 1962, ricetta riscoperta nel 2012 in Italia dentro un vecchio manuale dell'UKBG; la ricetta prevede l'utilizzo del succo di mandarino in sostituzione di quello di lime e una goccia di bitter campari che lo rende molto italiano.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Questo cocktail è usato anche nel videogioco di Call of Duty: Black Ops e Call of Duty: Black Ops - Zombies.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

alcolici Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di alcolici