DFW C.I

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
DFW C.I
Descrizione
Tipo aereo da ricognizione
bombardiere leggero
Equipaggio 2
Costruttore Germania DFW
Data primo volo 1915
Data entrata in servizio 1915
Utilizzatore principale Germania Luftstreitkräfte
Esemplari ~130
Sviluppato dal DFW B.I
Altre varianti DFW C.II
Dimensioni e pesi
Lunghezza 7,2 m
Apertura alare 11,2 m
Superficie alare 33,0
Peso a vuoto 725 kg
Peso carico 1 235 kg
Propulsione
Motore un Benz Bz.III
Potenza 150 PS (110 kW)
Prestazioni
Velocità max 140 km/h
Autonomia 350 km
Tangenza 4 000 m
Armamento
Mitragliatrici una Parabellum MG 14 calibro 7,92 mm

dati tratti da Encyclopedia of Military Aircraft [1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il DFW C.I, designazione aziendale KD 15, era un monomotore biplano da ricognizione utilizzato anche nel ruolo di bombardiere leggero, prodotto dall'azienda tedesco imperiale Deutsche Flugzeugwerke GmbH negli anni dieci del XX secolo.

Sviluppato dai precedente DFW B.I, venne utilizzato dalla tedesca Luftstreitkräfte, la componente aerea del Deutsches Heer (l'esercito imperiale tedesco), durante le prime fasi della prima guerra mondiale.

Storia del progetto[modifica | modifica sorgente]

Superate le prime fasi del conflitto, quando l'aviazione militare era ancora agli esordi, i velivoli da ricognizione di entrambe le parti in guerra erano diventati sempre più vulnerabili a causa dei possibili colpi da terra e dell'installazione di mitragliatrici frontali nei britannici Scout, i precursori degli aerei da caccia. Per proteggere gli equipaggi dalla possibile intercettazione di questi ultimi, l'Idflieg emise una specifica in cui si richiedeva la fornitura di una classe di ricognitori armata di una mitragliatrice brandeggiabile da difesa, la C-Typ.

La Deutsche Flugzeugwerke per rispondere alle esigenze della specifica sviluppò un nuovo velivolo sfruttando l'esperienza acquisita sui precedente B.I da ricognizione non armato. L'impostazione generale del C.I era sostanzialmente simile e differiva per l'adozione di una motorizzazione dalla maggior potenza disponibile ed una diversa ala a pianta rettangolare. La postazione dell'osservatore era ancora situata nell'abitacolo anteriore, soluzione che presentava dei problemi di visibilità del pilota e del campo di tiro disponibile, una soluzione che sarebbe stata definitivamente modificata nei modelli successivi invertendo la collocazione dell'equipaggio e dotando l'osservatore di un supporto ad anello per l'arma brandeggiabile da difesa.

La produzione totale del modello, iniziata nel 1915, si attestò all'incirca su 130 esemplari.

Utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

Germania Germania

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) (RU) DFW B.I/C.I/C.II in Their Flying Machines, http://flyingmachines.ru/, 22 settembre 2011. URL consultato il 9 settembre 2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (DE) Angelucci, Enzo; Matricardi, Paolo: Flugzeuge von den Anfängen bis zum Ersten Weltkrieg. Wiesbaden 1976, ISBN 3-8068-0391-9.
  • (EN) Peter Gray, Owen Thetford, German Aircraft of the First World War, London, Putnam, 1962. ISBN 0-93385-271-1.
  • (EN) Peter Gray, Owen Thetford, German Aircraft of the First World War, 2nd edition, London, Putnam, 1970. ISBN 0-370-00103-6.
  • (DE) Kens, Karlheinz; Müller, Hanns: Die Flugzeuge des Ersten Weltkriegs 1914-1918. München 1973, ISBN 3-453-00404-3.
  • (DE) Günter Kroschel, Helmut Stützer, Die deutschen Militärflugzeuge 1910-18, Wilhelmshaven, Lohse-Eissing Mittler, 1977. ISBN 3-920602-18-8.
  • (DE) Munson, Kenneth: Bomber 1914 - 1919. Orell Füssli Verlag, Zürich 1968.
  • (DE) Heinz J. Nowarra, Die Entwicklung der Flugzeuge 1914–18, München, Lehmanns, 1959. (ISBN non esistente).
  • (DE) Pawlas, Karl: Deutsche Flugzeuge 1914–1918. Nürnberg 1976, Seiten 63-65, ISBN 3-88088-209-6.
  • (EN) Michael John H. Taylor, Jane's encyclopedia of aviation, 2nd Edition, London, Studio Editions, 1989. ISBN 0-51710-316-8.
  • (EN) World Aircraft Information Files. London: Bright Star Publishing.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]