Czesław Kiszczak

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Czesław Kiszczak

Czesław Kiszczak (Roczyny, 19 ottobre 1925) è un politico e militare polacco, capo dei servizi segreti e ministro degli Interni tra il 1981 ed il 1983 durante gli anni in cui in Polonia venne introdotta la legge marziale) e brevemente primo ministro della Polonia nel 1989.

Entrato nel partito dei lavoratori polacchi subito dopo la fine della seconda guerra mondiale, trascorse quasi tutta la sua carriera militare nel controspionaggio dell'esercito prima e successivamente della marina.

Vicino al generale Wojciech Jaruzelski, partecipò attivamente all'introduzione della legge marziale in Polonia il 13 dicembre 1981. Fu anche membro del Wron (acronimo di Consiglio militare per la salvezza nazionale, Wojskowa Rada Ocalenia Narodowego), il direttorio semi-dittatoriale instauratosi in quel periodo per reprimere i tentativi filo-democratici nel Paese.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Primo ministro della Polonia Successore Flag of Poland.svg
Mieczysław Rakowski 2 agosto 1989 - 24 agosto 1989 Tadeusz Mazowiecki

Controllo di autorità VIAF: 44720400 LCCN: n92117997