Cyclotosaurus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cyclotosaurus
CyclotosaurusDB2.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Amphibia
Ordine Temnospondyli
Famiglia Mastodonsauridae
Genere Cyclotosaurus

Il ciclotosauro (gen. Cyclotosaurus) è un anfibio estinto, vissuto nel Triassico superiore (circa 215 milioni di anni fa). I suoi resti fossili sono stati rinvenuti in Europa.

Un "coccodrillo" anfibio[modifica | modifica sorgente]

Di grandi dimensioni (poteva raggiungere i tre metri di lunghezza), il ciclotosauro era un grande predone semiacquatico, caratterizzato da una grande testa di forma vagamente triangolare, dotata di una fitta serie di denti aguzzi. Il cranio e il corpo erano piuttosto appiattiti; un adattamento, questo, necessario a un animale che passava la maggior parte del tempo immerso appena sotto la superficie dell’acqua, praticamente invisibile.

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

cranio di Cyclotosaurus robustus

Il ciclotosauro appartiene a quel grande gruppo di anfibi noti come temnospondili, che dominarono fiumi e laghi tra il Carbonifero e il Triassico. Gli esemplari meglio conservati di ciclotosauro sono stati rinvenuti in Germania. Tra le varie specie, la più nota è Cyclotosaurus robustus. Altri anfibi di dimensioni notevoli, contemporanei del ciclotosauro, sono Trematosaurus e Mastodonsaurus.

Stile di vita[modifica | modifica sorgente]

Il ciclotosauro si cibava di pesci e di altre prede più grandi, che probabilmente venivano attaccate grazie ad agguati fulminei, in un modo molto simile a quello degli odierni coccodrilli.