Cyberknife

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Schema del CyberKnife

Il CyberKnife è un sistema robotizzato di radiochirurgia stereotassica, ideato nel 1997 dal neurochirurgo statunitense John R. Adler, professore di neurochirurgia e radioterapia presso la Stanford University e da Peter e Russell Schonberg della Schonberg Research Corporation sviluppato dall'azienda Accuray.

L'idea del CyberKnife è un'evoluzione dell'apparecchiatura denominata GammaKnife, inventata dal neurochirurgo svedese Lars Leksell (1907-1986) e dal radiobiologo Bjorn Larsson. Altri centri neurochirurgici altamente specializzati lo possiedono, anche in Europa.
Oggigiorno circa un centinaio di centri europei possiedono tale apparecchiatura elettromedicale (in Italia vi sono una decina di questi dispositivi, con una grande concentrazione nei centri sanitari del Nord-Italia e all'ospedale oncologico Pascale di Napoli, nonché al policlinico universitario di Messina). [1]

Funzionamento[modifica | modifica wikitesto]

Il Cyberknyfe è un dispositivo elettromedicale per radioterapia utilizzato per debellare forme tumorali. Il suo funzionamento si basa quindi sull'irradiamento (effettuato con Raggi X a elevata potenza) del paziente da diverse angolazioni per minimizzare i danni sui tessuti sani irradiati ottenendo comunque un fuoco ottimo sul bersaglio. La radioterapia è resa ottimale grazie al continuo monitoraggio della posizione del tumore con un sistema incrociato di Raggi X stereoscopici e led applicati sul torace del paziente. Tali led toracici permettono di seguire il tumore durante la respirazione del paziente e di arrestare automaticamente la somministrazione in caso di movimenti bruschi. Il monitoraggio a Raggi X serve, invece, per localizzare il tumore, mantenerlo monitorato, correggere la calibrazione respirazione-led e localizzare i tessuti non-bersaglio per poter fare un therapy planning.
La durata della terapia, tolto il tempo di preparazione del macchinario e del paziente, ha una durata di qualche decina di minuti a seconda della somministrazione da effettuare.

Sistema "Cyberknife"

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

La stessa cura viene effettuata dalla Tomotherapy con le uniche differenze che la somministrazione non avviene tramite un braccio ed un lettino robotizzato, ma con un gantry ed un lettino fisso (come altri sistemi tomografici).
Nel 2011 Accuray compra il sistema Tomotherapy per oltre 277 milioni di dollari.
Cyberknife è presente sul mercato da svariati anni. L'evoluzione di questo macchinario negli anni si è basata sull'incremento del software e sulla ottimizzazione di questo, tanto da ridurre i tempi di cura da qualche ora a qualche decina di minuti.
Il costo di questo macchinario si aggira attorno ai 4-6 milioni di € (IVA esclusa). Inoltre il CyberKnife, come quasi tutti gli apparecchi per radioterapia, necessità di un bunker con specifiche tecniche che garantiscano un livello di sicurezza adeguato degli utenti e dell'area sanitaria

Note[modifica | modifica wikitesto]

Cyberknife

  1. ^ Treatment centers in Italy | Accuray
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina