Cyanoliseus patagonus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Parrocchetto delle tane
Cyanoliseus patagonus IMG 1836.JPG
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Psittaciformes
Famiglia Psittacidae
Sottofamiglia Arinae
Genere Cyanoliseus
Bonaparte, 1854
Specie C. patagonus
Nomenclatura binomiale
Cyanoliseus patagonus
(Vieillot, 1818)

Il parrocchetto delle tane (Cyanoliseus patagonus (Vieillot, 1818)) è un uccello della famiglia degli Psittacidi. È l'unica specie del genere Cyanoliseus Bonaparte, 1854.[2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Grande volatore, con una taglia attorno ai 45 cm, presenta la testa e le parti superiori di un verde oliva con sfumature brunastre; sottogola e parte alta del petto grigiastra con uno scudo rosso a coprire la parte centrale del petto e parti ventrali e addominali giallo intenso. Ha calzoni rossi, remiganti blu, coda verdastra, codrione giallo, becco nero-bruno, occhio cerchiato di pelle nuda bianca e iride chiara; le zampe, esili rispetto alla taglia dell'animale, sono rosate.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

È gregario e si muove in stormi molto numerosi (o meglio lo faceva quando la sua popolazione era numerosa al punto tale da permetterglielo). Il nido, scavato su un dirupo sabbioso sul greto di un fiume o sulla sponda del mare, ha una camera di cova comoda a cui si accede attraverso una galleria di circa 18 cm di diametro, lunga anche 3 metri. La nidificazione è di tipo coloniale e probabilmente cooperativa, cioè tutti gli adulti della colonia collaborano allo svezzamento dei piccoli, indipendentemente dal grado di parentela. Spesso le gallerie sono comunicanti tra loro e creano un vero labirinto.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

L'areale della specie comprende Argentina, Uruguay e Cile.[1]

Frequenta vari tipi di ambienti aperti, ama localizzarsi in prossimità dei fiumi, soprattutto se caratterizzati da sponde alte e sabbiose che sono il luogo ideale dove nidificare.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Comprende 4 sottospecie[2]:

  • C. p. patagonus, sottospecie nominale (diffusa in Argentina centrale e meridionale, occasionalmente in Uruguay nella stagione invernale);
  • C. p. andinus, con il colore giallo ridotto sul ventre a vantaggio del verde e con riduzione dello scudo rosso (diffusa in Argentina nord-occidentale);
  • C. p. conlara (diffusa in Argentina centro-occidentale);
  • C. p. bloxami, con colori più scuri (diffusa in Cile).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) BirdLife International 2012, Cyanoliseus patagonus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Psittacidae in IOC World Bird Names (ver 4.1), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 20 agosto 2013.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli