Curt Hennig

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curt Hennig
Fotografia di {{{nome}}}
Nome Curt Michael Hennig
Ring name Mr. Perfect
Curt Hennig
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Robbinsdale
28 marzo 1958
Morte Tampa
10 febbraio 2003
Altezza 191 cm
Peso 110 kg
Allenatore Verne Gagne
Larry Henning
Buddy Rose
Debutto 30 gennaio 1980
Progetto Wrestling

Curt Michael Hennig (Robbinsdale, 28 marzo 1958Tampa, 10 febbraio 2003) è stato un wrestler statunitense.

Noto negli anni ottanta e novanta con lo pseudonimo Mr. Perfect; ha lottato nella World Wrestling Federation e nella World Championship Wrestling, è membro della Hall of Fame della WWE e detiene il record per il più lungo regno da Campione Intercontinentale della WWE per gli anni novanta. È il padre di Joe Hennig, meglio conosciuto come Curtis Axel.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

American Wrestling Association[modifica | modifica sorgente]

Figlio della leggenda del ring Larry "The Axe" Hennig, Curt iniziò la sua carriera da wrestler nel 1979 nella American Wrestling Association, lottando come "Cool" Curt Hennig; lottò inoltre in altre federazioni indipendenti del circuito NWA, con buoni risultati. Nella AWA diede dapprima vita ad un tag team con Scott Hall, vincendo l'AWA World Tag Team Championship il 18 gennaio 1986 ed in seguito sconfisse Nick Bockwinkel conquistando l'AWA World Heavyweight Championship il 2 maggio 1987. Mantenne la cintura per più di un anno, prima di perderla in favore di Jerry Lawler il 9 maggio 1988. Qualche tempo dopo, lasciò la AWA per passare alla World Wrestling Federation.

World Wrestling Federation[modifica | modifica sorgente]

Nel 1988 approdò nella WWF, federazione nella quale aveva già combattuto qualche incontro tra il 1982 ed il 1984. Nel corso del secondo stint nella WWF interpretò la gimmick di Mr. Perfect, prototipo dello sportivo perfetto in ogni disciplina. Per un anno fu impegnato in feud contro The Blue Blazer, The Red Rooster e Jimmy Snuka senza mai perdere alcun incontro; la striscia di vittorie terminò quando fu sconfitto da Hulk Hogan in un match per il WWF Championship tenutosi nel 1989.

Inizialmente Mr. Perfect venne accompagnato da The Genius come manager, prima di passare alla scuderia di Bobby Heenan; come protetto di Heenan vinse il Titolo Intercontinentale sconfiggendo il due volte Campione Tito Santana nella finale di un torneo valido per il Titolo vacante.

A SummerSlam 1990 perse il Titolo in favore di Texas Tornado, ma lo riconquistò nel novembre dello stesso anno grazie all'aiuto di Ted DiBiase, mantenendolo fino all'agosto del 1991, quando lo perse contro Bret Hart a SummerSlam. Per gran parte di questo periodo, Hennig fu costretto a lottare nonostante un serio infortunio alla schiena; ciò determinò il seguente periodo di pausa dal wrestling lottato, durante il quale assunse dapprima il ruolo di "consulente esecutivo" di Ric Flair ed in seguito quello di commentatore dello show Superstars of Wrestling. Rientrò attivamente sul ring lottando accanto a Randy Savage contro Razor Ramon e Ric Flair nel corso di Survivor Series 1992, dopo aver rotto con Flair ed Heenan ("consulente finanziario" di Flair) ed aver completato il suo turn face. Savage e Perfect vinsero il match per squalifica. In seguito Perfect eliminò Flair dalla Royal Rumble 1993 e sconfisse Flair in un "Loser Leaves The WWF Match".

Hennig continuò a lottare nella WWF fino all'autunno del 1993; lottò in un feud con Lex Luger per il Titolo Intercontinentale e a WrestleMania X fu l'arbitro speciale del match tra Lex Luger e Yokozuna che terminò con la squalifica di Luger.

Si allontanò per qualche tempo dal ring e fece il suo ritorno nel 1995 come commentatore di Survivor Series e come manager di Hunter Hearst Helmsley; tempo dopo tornò al commento di WWF Superstars. Hennig sarebbe dovuto tornare a combattere in un feud contro Helmsley, ma i piani furono scartati quando si infortunò, apparentemente per colpa di Helmsley nel backstage. Qualche tempo dopo Hennig lasciò la WWF.

World Championship Wrestling[modifica | modifica sorgente]

Hennig passò alla World Championship Wrestling nel 1997, dove decise di lottare usando il suo vero nome, Curt Hennig; sia i Four Horsemen che il New World Order (nWo) provarono a farlo schierare dalla loro parte. Debuttò ufficialmente a Bash at the Beach 97 come "mistery tag team partner" di Diamond Dallas Page; nel corso del match Hennig si rivoltò contro Page ed iniziò un feud contro di lui. In seguito si unì ai Four Horsemen, prendendo il posto di Arn Anderson, da poco ritiratosi. La stable prese parte ad un feud contro l'nWo che culminò in un match a Fall Brawl; prima del match Hennig fu attaccato dalla nWo nel backstage ed arrivò sul ring a metà dell'incontro con un braccio fasciato. Il tutto si riverlò essere frutto di un piano che aveva come scopo il tradimento di Hennig ai danni dei Four Horsemen ed il conseguente passaggio all'nWo. Hennig vinse quindi lo United States Championship sconfiggendo Steve McMichael nel settembre del 1997; perse la Cintura a dicembre dello stesso anno, nel corso di Starrcade 1997 contro Diamond Dallas Page.

Per tutto il 1998 fu bloccato da un infortunio al ginocchio. Quando l'nWo si separò in due blocchi distinti, Hennig passò all'nWo "Wolfpac" assieme a Rick Rude. Hennig non fu in grado di combattere contro Bill Goldberg a The Great American Bash 1998 e chiese a Konnan di prendere il suo posto. Konnan perse il match e venne attaccato da Hennig e dal suo amico Rick Rude. La sera successiva, nel corso di Monday Nitro, Curt Hennig e Rick Rude passarono all'nWo "Hollywood". Nonostante l'infortunio affrontò il WCW World Champion Goldberg in due occasioni, perdendo entrambi i match. A settembre, Hennig smise di apparire negli show televisivi della WCW per recuperare dall'infortunio. Al suo ritorno a Starrcade 1998 aiutò Eric Bischoff a sconfiggere Ric Flair.

Nel 1999 si unì all'nWo "Black and White" e diede vita ad un tag team con Barry Windham. Hennig e Windham persero contro Ric e David Flair a Souled Out 1999 in seguito all'interferenza di Arn Anderson. Dopo il match, il resto dell'nWo arrivò sul ring per umiliare i Flair: Ric venne bloccato mentre David venica picchiato da Hollywood Hogan. Poco dopo, Hennig fu attaccato dall'nWo e buttato fuori dal gruppo. Hennig conquistò il World Tag Team Championship con Windham. Tre mesi dopo divenne leader di una nuova stable, i West Texas Rednecks, della quale facevano parte anche Barry, suo fratello Kendall Windham e Bobby Duncum jr. Benché fossero heel, vennero caldamente supportati dai fan del sud degli Stati Uniti ed il progetto di feud contro i rapper face della stable "No Limit Soldiers" fu scartato. Quando l'avventura con i Rednecks terminò, Hennig prese parte ad un feud contro gli Harlem Heat e Shawn Stasiak. Durante il feud, Stasiak chiamò sé stesso "Perfectshawn" Stasiak, un chiaro riferimento alla gimmick di "Mr. Perfect". Quando Stasiak vinse il feud, Hennig divenne per un breve periodo il suo allenatore, prima di lasciare la WCW nell'estate del 2000.

World Wrestling Federation (2002)[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver passato un breve periodo nella X Wrestling Federation, Mr. Perfect tornò alla WWF nel 2002, partecipando alla Royal Rumble, dove venne eliminato per penultimo da Triple H. Ebbe un breve feud con Stone Cold Steve Austin e Rob Van Dam prima di creare un tag team con Shawn Stasiak negli house show tra il marzo e l'aprile del 2002 ed uno con The Big Boss Man negli show televisivi. Fu licenziato dalla WWF il 5 maggio 2002, qualche giorno dopo aver dato vita ad una rissa con Brock Lesnar sul volo di ritorno da una tournée nel Regno Unito. Lavorò in seguito alla Total Nonstop Action e nella All Star Wrestling di Jimmy Hart.

La morte e l'eredità[modifica | modifica sorgente]

Il 10 febbraio 2003, Henning fu trovato morto nella stanza di un hotel in Florida, lasciando la moglie Leonice e i quattro figli, Joe, Amy, Kaite e Hank. La causa ufficiale della morte fu un'intossicazione acuta da cocaina, ma secondo il padre di Curt l'abuso di steroidi e antidolorifici avrebbe contribuito alla morte[1].

Leonice Hennig firmò in seguito un contratto con la WWE per far entrare suo marito tra le WWE Legends.

Nel 2008, la WWE ha messo in commercio il cofanetto intitolato The Life and Times of Mr. Perfect che in due DVD ripercorre la carriera di Hennig.

Wade Boggs, che prese parte ad alcuni filmati del primo Mr. Perfect, lo presentò nel corso della cerimonia della WWE Hall of Fame il 31 marzo 2007; il premio fu ritirato da sua moglie, dai quattro figli e dai genitori.

"Macho Man" Randy Savage scrisse una canzone in memoria di Mr. Perfect intitolata Perfect Friend.

Joe Hennig, figlio di Curt, è attualmente sotto contratto con la WWE e lotta col nome di Curtis Axel.

Inoltre, Curt ha anche una figlia, Amy, anche lei wrestler.

Nel wrestling[modifica | modifica sorgente]

Mosse finali[modifica | modifica sorgente]
Mosse caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

American Wrestling Association

Pro Wrestling Illustrated

World Championship Wrestling

World Wrestling Federation

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ USATODAY.com - Wrestling deaths and steroids

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]