Cuore selvaggio (telenovela)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cuore selvaggio
Titolo originale Corazón salvaje
Paese Messico
Anno 1993
Formato serial TV
Genere telenovela
Puntate 159
Durata 30 min circa (puntata)
Lingua originale spagnolo
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio
Colore colore
Audio stereo
Crediti
Interpreti e personaggi
Casa di produzione Televisa
Prima visione
Prima TV Messico
Dal 1993
Al
Rete televisiva Televisa
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal ottobre 1993
Al
Rete televisiva Rete 4

Cuore selvaggio (Corazón salvaje) è una telenovela messicana. Prodotta da Televisa, è stata trasmessa in Messico nel 1993. In Italia è stata trasmessa da Rete 4 nell'ottobre dello stesso anno. Nel 1994 vince il "Telegatto" nella categoria "Soap operas e Telenovelas".

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Antefatto[modifica | modifica wikitesto]

Francesco Aleardi della Valle (nell'originale in spagnolo Francisco Alcazar y Valle) è un ricco e potente latifondista, proprietario della tenuta di Camporéal. Poco prima di rimanere ucciso in un incidente a cavallo, scopre di aver avuto un figlio illegittimo da una relazione con una donna sposata, ormai morta. Glielo fa sapere, tramite una lettera consegnata dall'avvocato Nicola Manera (in spagnolo Noel Mancera) il marito, agonizzante, della stessa donna, il signor Alimondi: questi, dopo aver scoperto l'adulterio della moglie, si era abbandonato ad una vita di eccessi ed alcol ed era caduto rapidamente in rovina. Spinto dal rancore, Alimondi alleva il figlio illegittimo nelle ristrettezze, nell'abbandono e nell'odio, per vendicarsi del tradimento. Il ragazzo, cresciuto per la strada e nella fame, è considerato un piccolo selvaggio, per cui i pescatori lo chiamano "Juan del Diablo". Questo nome gli rimarrà appiccicato addosso poiché Juan non è mai stato né battezzato, né registrato all'anagrafe. Francesco, rendendosi conto dell'incredibile somiglianza tra sé ed il figlio e delle doti nascoste di quest'ultimo, decide di portare Juan a Camporéal e di riconoscerlo contro il volere della moglie Sofia (omonima nell'originale), ma, prima di farlo, muore cadendo da cavallo. Sofia, preoccupata dell'amicizia che nel frattempo ha unito Juan al figlio Andrea (Andrés) e mossa dal risentimento verso Juan, decide di scacciare il ragazzo per separarlo dal figlio. Mentre Andrea viene mandato in Europa a studiare in Francia e nei migliori collegi, Juan vive nella strada una vita dura al limite della legalità, ma viene educato ed aiutato dal migliore amico del padre, l'avvocato Nicola Manera, che rappresenterà per lui una figura paterna. Nel frattempo, Sofia decide di pianificare il matrimonio del figlio e di fidanzarlo con la figlia maggiore di una sua cugina, donna Caterina d'Altomonte (dona Catalina de Altamira). Donna Caterina, una contessa rimasta da poco vedova e in rovina, ha ogni interesse ad approvare questo fidanzamento: non disponendo infatti dei mezzi finanziari per provvedere all'educazione signorile di entrambe le sue figlie, Beatrice e Anna (nel romanzo originale e in spagnolo, Monica ed Aimée), ella decide quindi di accondiscendere al progetto di Sofia perché la cugina promette di sovvenzionare la formazione di Beatrice in convento, mentre Anna verrà mandata da donna Caterina a Città del Messico, a studiare presso la zia Amalia.

Vicenda principale[modifica | modifica wikitesto]

Dopo 15 anni, tornato in patria da Parigi, Andrea si ferma a Città del Messico dove, durante una festa, conosce Anna, dimenticando che la madre Sofia ha organizzato per lui il matrimonio proprio con la sorella di Anna, Beatrice. La fanciulla stessa, dapprincipio, si sente attratta dal giovane, che, a sua volta, si innamora di lei. Poco dopo, Anna deve però ritornare nel villaggio natio, San Paolo (nell'originale, San Pedro, localizzato nella zona di Veracruz), lasciando con gran dispiacere la vivace vita mondana della capitale. Sopraffatta dalla noia, durante le sue passeggiate sulla vicina spiaggia, Anna conosce Juan del Diablo, che, nel frattempo, si è fatto strada a fatica, guadagnandosi un certo benessere grazie al commercio ed al contrabbando e riuscendo addirittura ad acquistare una nave, il "Satan", con cui condurre i suoi traffici. Juan impiega i suoi guadagni soprattutto per aiutare i poveri di San Paolo, da cui è amatissimo e difeso, ed è attorniato da un vero e proprio gruppo di amici, marinai ed aiutanti. Tra i due giovani esplode la passione e Anna, incurante del rischio dello scandalo, vede Juan di nascosto, uscendo di notte dalla sua stanza (il cui balcone dà direttamente sulla spiaggia), oppure andandolo a cercare camuffata da popolana. I due divengono amanti, ma Juan, che, a poco a poco, si è innamorato della ragazza, progetta di mettere da parte abbastanza denaro per chiederla in sposa. Nel frattempo, Andrea ritorna da Città del Messico e spinge sua madre a rompere il fidanzamento con Beatrice e a chiedere a Caterina la mano di Anna. Anna, senza preoccuparsi di fare il doppio gioco, prosegue la sua relazione con Juan, mentre, attirata dalla ricchezza di Andrea e dalla vita brillante che tale matrimonio le assicurerebbe, accetta di fidanzarsi con il giovane Aleardi Della Valle, incurante della sofferenza della sorella. Beatrice, saputo il rifiuto di Andrea, per sfuggire al dolore, all'umiliazione e per ritrovare la pace, chiede di entrare come novizia nel convento in cui è stata educata e si rifugia nella fede. Tuttavia, la madre superiora, il suo direttore spirituale, padre Domenico (padre Domingo) e la stessa Caterina sono scettiche dinnanzi a questa vocazione repentina, anche perché la giovane, provata dalla delusione, è molto indebolita, si ammala e non riesce a reggere ai rigori della vita religiosa. Dopo alcuni andirivieni tra casa e convento, Beatrice deve obbedire a padre Domenico, che le consiglia di rinunciare alla vita monacale e di ritornare a casa. Nel frattempo, la giovane, che è ancora innamoratissima di Andrea e decisa ad assicurarne la felicità, scopre la doppia vita della sorella Anna, cerca di avvertirne la madre, ma non viene creduta. Juan, partito per far fortuna e sposare così Anna, è ignaro di esserne stato ingannato; dopo la sua partenza, si spargono però a San Paolo strane voci su di una possibile cattura di Juan a Santo Domingo, per cui Anna, credutolo condannato al carcere per 10 anni, si decide definitivamente a sposare Andrea. Juan ritorna però il giorno dopo il matrimonio e, scoperto il tradimento di Anna, si reca a Camporéal come una furia, con l'intenzione di affrontare Andrea e rapire Anna, nonostante i tentativi dell'avvocato Manera di placare la sua ira. Solo Beatrice, che si trova a Camporéal per il matrimonio e che ha lasciato il convento per sempre, riuscirà a calmarlo. Andrea, sopraggiunto durante l'animato colloquio tra Beatrice e Juan ed ignaro di quanto sta accadendo, si rallegra di rivedere Juan, con cui aveva già tentato vanamente di riprendere l'amicizia, e gli offre il posto vacante di amministratore della tenuta. Juan del Diablo accetta, anche per rimanere vicino ad Anna, ma, poco per volta, durante l'espletamento del suo lavoro, comincia ad apprezzare la bontà e la dolcezza di Beatrice, avvicinandosi progressivamente a lei e cominciando a capire la vera natura egoista di Anna. Per una serie di coincidenze, Andrea udirà una conversazione compromettente in cui si menziona una relazione tra una delle signorine d'Altomonte e Juan del Diablo e crederà allora che la donna con cui Juan ha avuto una relazione è Beatrice; per questo, cercherà di farla sposare con il suo amico Alberto (Alberto della Cerna nell'originale in spagnolo). Ma Beatrice, decisa ad evitare lo scandalo, saputo pure che Juan sta per essere riconosciuto come figlio di don Francesco della Valle ed ormai attratta da lui, decide di sposarsi con il giovane, così da tenerlo lontano da Anna. Infatti, Sofia, che frattanto ha appreso della relazione tra Juan ed Anna, per evitare che il figlio lo apprenda, decide di concedere a Juan il cognome Della Valle.

Dopo il matrimonio, Beatrice e Juan scoprono ben presto il loro amore: Juan cerca di introdurre teneramente la giovane sposa nel mondo dell'amore, mentre Beatrice scopre nel marito un giovane pieno di doti positive, onesto, nobile, generoso, al di sotto del tratto un po' brusco e indurito dalle sofferenze. Ma le cose si complicano. Anna continua ad insidiare Juan, cui non vuole rinunciare, mentre Andrea scopre ben presto la relazione pregressa tra Juan e Anna da una lettera di ricatto inviata alla moglie da un lestofante del paese. La sua ira è tremenda, ma tremendi sono anche gli equivoci in cui cade. Si persuade che Juan lo abbia tradito e che sia un manigoldo, che Beatrice si sia sacrificata per lui e che ancora lo ami e vuole sfidare il fratello a duello. Per evitare ciò, la madre e l'amico Alberto, con l'aiuto del capitano Leopardi, ordiscono un piano contro Juan per accusarlo di omicidio, mandarlo in prigione e separarlo da Beatrice, che ora Andrea vuole in moglie. Andrea vorrebbe anzi togliere il cognome a Juan per far annullare il matrimonio della cugina. Gli amici di Juan organizzano una fuga dal carcere: contemporaneamente però Anna, che si era recata dal capitano Leopardi per contrattare, viene insidiata da quest'ultimo: Juan tenta di difenderla, ma viene gravemente ferito da Leopardi, il quale è però subito freddato dal Guercio, uno degli amici di Juan. In San Paolo si propaga allora la notizia della fuga di Juan e di Anna, quindi viene diffusa ad arte pure quella della loro morte. Sofia, Alberto ed altri troverebbero infatti molto comodo che l'uno e l'altra scomparissero per sempre, laddove gli amici di Juan, per la necessità di proteggere il ferito, sono costretti ad accondiscendere alla volontà dei loro antagonisti. Beatrice rimane sconvolta, ma poi si rende conto che questa non può essere la realtà. Difatti, Juan, appena può lasciare la casa della guaritrice che si è occupata di lui, abbandona Anna (che aveva voluto seguirlo) e raggiunge di nascosto la moglie, visitandola la notte di nascosto. Ad Anna non resta altro che ritornare a casa di Andrea, il quale è costretto ad accettarla perché la moglie è incinta. La coppia però è ormai divisa da un odio ed un disprezzo reciproci insanabili, tanto che Andrea si abbandona ad una vita di eccessi e di amori ancillari. Cerca inoltre di rovinare l'esistenza a Juan, imponendogli tra l'altro un duello da cui esce del resto ferito: Juan, che ha una buona mira e se l'è ritrovato davanti ubriaco, preferisce infatti sparargli semplicemente ad una mano per disarmarlo senza nuocergli ulteriormente. Dopo varie vicissitudini, Anna perde il bambino, per cui decide di giustificare l'avvenuto fingendo una caduta da cavallo: in realtà, cadendo dalla cavalcatura si ferisce a morte e spira dopo un'atroce agonia, ma costringe in punto di morte la sorella a promettere di non tornare insieme al marito Juan. Beatrice, oppressa dai sensi di colpa, accetta. Viene frattanto allontanata dallo stesso Juan che non vuole contristarla con una vita di angustie, finché i suoi guai con la giustizia non siano superati. Quando però egli viene definitivamente scagionato dalle accuse ingiuste, decide di riprendere con sé la moglie che, nel frattempo, è andata a vivere in una pensione per sottrarsi all'influenza invadente della madre, donna Caterina, duramente ostile a Juan. I due sposi, ormai riunitisi, non possono tuttavia vivere in pace il loro amore e devono ancora far fronte al rancore di Andrea, rancore che sembra non finire mai. Andrea cercherà in tutti i modi di ostacolare Juan, tentando persino di abusare di Beatrice per vendetta. Nella puntata risolutiva, Andrea manda infine a chiamare il fratello per sfidarlo un'ultima volta: per provocarlo, gli rivela (mentendo) di aver abusato di Beatrice. Juan reagisce, ma, durante la lotta tra i due fratelli, sopraggiunge una forte scossa di terremoto, che interrompe tutto; Andrea resta sotto le macerie e Juan, nonostante tutto quanto ha subito da Andrea, piuttosto che lasciare il fratello a morire sotto le macerie, decide di aiutarlo, salvandogli la vita. Questo gesto farà riconciliare Juan e Andrea che, finalmente, si chiameranno fratelli. Juan dovrà ancora cercare per lunghe ore e giorni interi Beatrice che, dopo il terremoto, sembra scomparsa. I due giovani potranno riabbracciarsi infine sulla spiaggia, dopo che Juan è sfuggito all'ennesimo attentato da parte di suoi nemici. Alla fine l’amore tra Juan e Beatrice trionferà: Andrea si riconcilia con il fratello, ma, rimasto solo, decide di ripartire per l'Europa e di abbandonare la madre che, con il suo atteggiamento possessivo, gli ha reso la vita impossibile. I nemici di Juan (tra cui Alberto) finiscono in prigione o muoiono; donna Caterina si riconcilia con il genero, ma rimane a vivere in convento. Beatrice e Juan potranno tornare ad essere felici con una nuova sorpresa… Beatrice aspetta un figlio,ma Juan accetta di buon grado la notizia,anche se crede che il figlio sia di Andrea......ma quest'ultimo prima di partire va da lui dicendogli la verità....Così finalmente Juan potrà vivere l'arrivo del suo bambino senza aver dubbi.

I personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • La prima versione della telenovela di Cuore selvaggio risale al 1966 e fu interpretata da Julissa e Enrique Lizalde.
  • La seconda versione è del 1977, è divisa in 168 puntate da 25' e gli attori protagonisti sono Angelica Maria e Martin Cortez. Questa versione è stata trasmessa dal circuito Euro TV (Odeon TV) attorno alla metà degli anni'80.
  • La terza versione è quella del 1993 con attori protagonisti Eduardo Palomo e Edith Gonzalez.
  • L'attore Enrique Lizalde, nella prima versione interpretava il protagonista mentre nella terza versione interpreta l'avvocato Manera.
  • Esiste una versione portoricana del 1960, intitolata per l'appunto "Juan Del Diablo", con Gladys Rodriguez e Braulio Castillo.
  • Esiste una nuova versione della telenovela di Cuore Selvaggio edita nel 2009.
  • Si è molto parlato di un possibile seguito di Cuore Selvaggio, con gli stessi interpreti dell'edizione del 1993, Edith Gonzalez ed Eduardo Palomo. Sembrerebbe anche che gli attori avessero già accettato, ma poi non se n'è fatto più niente proprio a causa della prematura scomparsa di quest'ultimo. La trama prevedeva la morte di Beatrice a causa del parto, la storia d'amore tra la figlia di Juan e Beatrice e quello di Andrea ed un storia futura di Juan con un'altra donna...

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Elenco dei serial televisivi trasmessi in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione