Cuore (anime)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Cuore
serie TV anime
Titolo originale Ai no gakko Cuore monogatari
Autore Edmondo De Amicis (dal romanzo "Cuore")
Regia Eiji Okabe
Sceneggiatura
Character design
Animazione
Direzione artistica Jirou Kouno
Studio Nippon Animation
Musiche Yasushi Akutagawa
Rete Mainichi Broadcasting
1ª TV 3 aprile 1981 – 26 settembre 1981
Episodi 26 (completa)
Aspect ratio 4:3
Durata ep. 22 min
Reti italiane
1ª TV it. 3 maggio 1982
Episodi it. 26 (completa)
Durata ep. it. 22 min
Doppiaggio it.
Genere Storico
Temi Educazione

Cuore (愛の学校クオレ物語 Ai no gakko Cuore monogatari?) è una serie anime composta da 26 episodi prodotta nel 1981 dalla Nippon Animation. La serie è basata sul romanzo Cuore di Edmondo De Amicis.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Cuore è la storia scritta sotto forma di diario da Enrico Bottini, uno scolaro della terza elementare[1], che racconta gli episodi relativi a due anni di scuola[2], dall'inizio della "terza" con l'incontro del nuovo maestro Perboni, fino al conseguimento del diploma finale e la successiva partenza dalla città del ragazzo e della sua famiglia.

L'opera è ambientata nella Torino del XIX secolo ed i protagonisti sono ragazzi che si trovano a compiere gesti che denotano particolari virtù, come onestà, altruismo e difesa della patria.

Osservazioni[modifica | modifica sorgente]

L'anime, nonostante sia un adattamento abbastanza fedele del romanzo Cuore di Edmondo De Amicis, non fa parte del World Masterpiece Theater della Nippon Animation, un progetto che lo studio giapponese dedica agli adattamenti delle grandi opere letterarie per l'infanzia. La Nippon Animation si era già cimentata nel 1976 con il romanzo di De Amicis, producendo Marco, adattamento di Dagli Appennini alle Ande, uno dei "racconti mensili" contenuto anche in due episodi nell'anime Cuore.

I "racconti mensili"[modifica | modifica sorgente]

Una delle caratteristiche del romanzo sono i "racconti mensili", storie edificanti generalmente di ragazzi dell'età di Enrico, che il maestro Perboni era solito dettare mensilmente alla classe. Non tutti questi racconti si trovano nell'anime: di seguito sono indicati i titoli dei racconti nell'ordine del romanzo e l'episodio dove eventualmente compaiono.

Titolo Episodio
Il piccolo patriota padovano 5
La piccola vedetta lombarda 8
Il piccolo scrivano fiorentino 16
Il tamburino sardo - mancante -
L'infermiere di Tata 22
Sangue romagnolo 25
Valor civile - mancante -
Dagli Appennini alle Ande 13-14
Naufragio - mancante -

Personaggi principali[modifica | modifica sorgente]

  • Enrico Bottini, io narrante della storia. Appartenente alla piccola-media borghesia torinese (il padre è giornalista[3]), inizialmente "farà gruppo" con Garrone e Derossi, ma nel corso della storia instaurerà stretti rapporti con gran parte dei compagni di classe, compreso Franti, che nel finale si riscatterà e diventerà il suo migliore amico[4]
  • Garrone, lo studente enorme di statura e buono d'animo, che difende i più deboli da Franti
  • Rabucco (il muratorino), figlio di un muratore e famoso per il "muso di lepre"
  • Derossi, il più bravo e più bello della classe
  • Franti, il discolo, già cacciato da altre due scuole, crea problemi ai più deboli della classe. Nel finale della storia i compagni arriveranno a capire il recondito motivo del comportamento di Franti, che cambierà atteggiamento e diventerà grande amico di Enrico. Nel romanzo Franti viene invece rinchiuso in un istituto correzionale.
  • Stardi, apparentemente lento e poco intelligente, ha una grande volontà nello studio e contende a Derossi il ruolo di "primo della classe"
  • Garoffi, figlio di un farmacista, è sempre dedito a concludere piccoli affari per guadagnare qualche soldo da spendere nella sua collezione di francobolli
  • Nobis, il "figlio di papà" (il padre è membro dell'assemblea cittadina) è superbo e arrogante
  • Coretti, figlio di un veterano delle guerre d'indipendenza
  • Crossi, figlio di un'erbivendola, quando può aiuta la madre nel suo commercio[5]
  • Coraci (il Ragazzo Calabrese), immigrato da Reggio Calabria
  • Maestro Perboni, il nuovo maestro di Enrico, burbero ma di una grande bontà d'animo
  • Maestra Delcati (dalla penna rossa), ex maestra di Enrico e attuale maestra del fratello Nino

Doppiaggio[modifica | modifica sorgente]

Personaggio Voce giapponese Voce italiana
Enrico Bottini Toshiko Fujita Christian Fassetta
Nino Bottini, fratello minore di Enrico Katsue Miwa Massimiliano Alto
Silvia Bottini, sorella maggiore di Enrico Rosalinda Galli
Adriana Bottini, madre di Enrico Anna Teresa Eugeni
Alberto Bottini, padre di Enrico Gabriele Carrara
Maestro Perboni Valerio Ruggeri
De Rossi Sergio Luzi
Garrone Francesco Crispino
Precossi Riccardo Rossi
Franti Marco Guadagno
Robetti Francesco Prando
Carlo Nobis Fabrizio Mazzotta
Coretti Marco Baroni
Crossi Monica Cadueri
Betti Susanna Fassetta
Votini Nino Scardina
Garoffi Massimo Corizza
Preside Mario Milita
Prof. Crosetti, maestro di Alberto Bottini Ettore Conti
Maestra Delcati Mariella Furgiuele
Nonna di Franti Francesca Palopoli
Padre di Precossi Riccardo Garrone

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giappone
1 Il nuovo anno scolastico
「始業の日・エンリコとペルボーニ先生」 - shigyō no nichi. enriko to peruboni sensei
3 aprile 1981
2 L'incidente
「災難・勇敢なロベッティ」 - sainan. yūkan na robettei
10 aprile 1981
3 I compagni di classe
「同級のひとびと・不良少年フランチ」 - dōkyū nohitobito. furyō shōnen furanchi
17 aprile 1981
4 In una soffitta
「屋根裏べやで・エンリコの秘密」 - yaneura beyade. enriko no himitsu
24 aprile 1981
5 Il ragazzo calabrese
「カラブリアの少年・グラッチェ転校生」 - karaburia no shōnen. guracchie tenkōsei
1º maggio 1981
6 Il mio amico Garrone
「親友ガルローネ・フランチとの対決」 - shinyū garurone. furanchi tono taiketsu
8 maggio 1981
7 Il piccolo spazzacamino
「小さな煙突掃除人・ニーノの新しい友」 - chiisa na entotsu sōji nin. nino no atarashi i tomo
15 maggio 1981
8 Il ritorno dal fronte
「校長先生の涙ロンバルディアの少年斥候」 - kōchōsensei no namida ronbarudeia no shōnen sekkō
22 maggio 1981
9 La visita del re
「国王とコレッチ親子・涙の再会」 - kokuō to korecchi oyako. namida no saikai
29 maggio 1981
10 Il muratorino
「左官屋小僧アントニオ・父ちゃんへの百面相」 - sakan ya kozō antonio. tōchan heno hyaku mensō
5 giugno 1981
11 Una buona azione
「ガロッフィのおくりもの・切手と教会」 - garoffi nookurimono. kitte to kyōkai
12 giugno 1981
12 Betti, il figlio del carbonaio
「いじめられっ子ベッチ・父兄参観の日」 - ijimeraretsu ko becchi. fukei sankan no nichi
19 giugno 1981
13 Dagli Appennini alle Ande # 1
「母をたずねて三千里(前)」 - haha wotazunete sanzenri (mae)
26 giugno 1981
14 Dagli Appennini alle Ande # 2
「母をたずねて三千里(後)」 - haha wotazunete sanzenri (nochi)
3 luglio 1981
15 Precossi, il figlio del fabbro
「かじ屋のプレコシ・友情の小さなナイフ」 - kaji ya no purekoshi. yūjō no chiisa na naifu
10 luglio 1981
16 Il piccolo scrivano fiorentino
「ジュリオ少年の秘密」 - jurio shōnen no himitsu
17 luglio 1981
17 La biblioteca di Stardi
「スタルディの図書館・本を隠した真犯人」 - sutarudei no toshokan. hon wo kakushi ta shinhannin
24 luglio 1981
18 Una gita sul Po
「夏休みのポー川で・フランチの遭難」 - natsuyasumi no po kawa de. furanchi no sōnan
31 luglio 1981
19 Il maestro del papà
「アルプスの夏・父さんの先生は僕の先生」 - arupusu no natsu. tōsan no sensei ha boku no sensei
7 agosto 1981
20 Il grande segreto
「夏の夜の出来事・父ちゃんたちの秘密」 - natsu no yoru no dekigoto. tōchan tachino himitsu
14 agosto 1981
21 Arriva il circo
「がんばれ!チャリネサーカス一家」 - ganbare! charinesakasu ikka
21 agosto 1981
22 L'infermiere di Tata
「十字架だけが知っている“父さん”の看病」 - jūjika dakega shitte iru " tōsan " no kanbyō
28 agosto 1981
23 Il padre di Crossi
「お父さんの贈り物インクスタンドの謎!」 - o tōsan no okurimono inkusutando no nazo!
4 settembre 1981
24 La fuga dalla scuola
「学校をとび出した不良少年フランチ」 - gakkō wotobi dashi ta furyō shōnen furanchi
11 settembre 1981
25 Le lacrime di Franti
「身代わりになった少年・フランチの涙」 - mi kawari ninatta shōnen. furanchi no namida
18 settembre 1981
26 Il pic-nic e l'addio
「ピクニック・そしておわかれ」 - pikunikku. soshiteowakare
25 settembre 1981

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

Sigla originale di apertura
  • Cuore Monogatari (クオレ物語?) lett. La storia di Cuore, cantata da Takeda Eri con l'accompagnamento del Tokyo Broadcasting Children's Choir.
Sigla originale di chiusura
  • Shiroi Nikki (白い日記?) lett. Bianco diario, cantata da Takeda Eri con l'accompagnamento del Tokyo Broadcasting Children's Choir.
Sigla italiana

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La classe frequentata da Enrico corrisponde all'attuale quarta elementare.
  2. ^ Nel romanzo invece viene raccontato solamente un anno di scuola.
  3. ^ Contrariamente al romanzo, dove il padre è ingegnere, nell'anime Alberto Bottini è giornalista. Questo mutamento di occupazione è un espediente narrativo per poter dar modo al padre di pubblicizzare con un articolo sul suo giornale, un piccolo circo in visita alla città (ep. 21 - Arriva il circo).
  4. ^ In questo l'anime si discosta molto dal romanzo, dove Franti è tratteggiato come un ragazzo irrecuperabile.
  5. ^ Contrariamente al romanzo, il ragazzo non ha il braccio paralizzato
  6. ^ Fonte: Tanadelletigri.info/articoli/cdr/cuore.htm e http://tds.sigletv.net/dettaglio_sigle.php?id_canzone=librocuore
  7. ^ Cuore - Seconda sigla della serie tv omonima, Siglandia.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]