Cultura della ceramica nera lucidata settentrionale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La cultura della ceramica nera lucidata settentrionale del subcontinente indiano (700-200 a.C. circa) è una cultura dell'età del ferro che successe alla cultura della ceramica grigia dipinta . Si sviluppò a partire dal 700 a.C. , nel periodo tardo vedico , con un apice nel 500-300 a.C. in coincidenza con la nascita dell'Impero Maurya.

Gli studiosi hanno notato delle similitudini fra questa cultura e la più antica civiltà di Harappa come l'utilizzo di fango , mattoni cotti e roccia nell'architettura. Vi sono tuttavia importanti differenze fra queste due distanti culture ; per esempio il riso e altri alimenti sono più diffusi nella cultura della ceramica nera lucidata settentrionale che in passato[1]. Questa cultura potrebbe riflettere il primo stadio verso la formazione delle prime organizzazioni statali del subcontinente indiano[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Shaffer, Jim. 1993, "Reurbanization: The eastern Punjab and beyond." In Urban Form and Meaning in South Asia: The Shaping of Cities from Prehistoric to Precolonial Times, ed. H. Spodek and D.M. Srinivasan

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]