Cucina europea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diversi formati di pasta italiana.
Smørbrød norvegese.
Croissant, dolce da colazione francese.

Cucina europea, o anche cucina occidentale è un termine che si riferisce alle cucine dei paesi europei e a quella di altri paesi del mondo occidentale. Essa comprende dunque quella dei paesi dell'intera Europa, quella russa oltre che quella praticata dagli europei trapiantati in Nord America, Australasia, Oceania e America latina. Il termine viene usato dagli asiatici per differenziarla dalla cucina del loro continente[1]. Altrettanto vale per gli europei che parlano di cucina asiatica per additare la cucina praticata nei paesi dell'intera Asia.

Le cucine occidentali sono anche molto diverse fra loro, anche se accomunate da alcune caratteristiche che le fanno associare in un'unica classificazione continentale[2]. Confrontata con la cucina tradizionale asiatica, vi è una maggiore presenza di carni, anche relativamente alla dimensione dei pezzi di carne serviti, e nel modo di cuocerle, assai più vario che nella cucina asiatica[3]. La bistecca, in particolare, è un piatto comune nella cucina occidentale. Per quanto attiene ai condimenti, in maniera similare alla cucina asiatica, si fa un largo uso di salse e spezie, in particolar modo per insaporire i pezzi di carne piuttosto spessi, a causa della difficoltà a far penetrare in profondità gli aromi utilizzati. Vengono anche utilizzati diversi prodotti derivati dal latte, come il burro e la panna, ad eccezione che nella nouvelle cuisine e nella cucina mediterranea nelle quali si dà maggior risalto all'olio d'oliva extra vergine.[4]. Il pane, preparato con la farina di frumento, è stato la maggior fonte di carboidrati in questa cucina, assieme alla pasta, a varie tipologie di frittelle e ai dolci, anche se le patate hanno assunto la loro importanza nella dieta degli europei dopo la loro importazione a seguito della colonizzazione europea delle Americhe.

In passato, i piatti europei presenti nei ristoranti in Asia erano fondamentalmente provenienti dalle cucine di Francia, Gran Bretagna e Germania. A partire dai primi anni novanta, anche piatti della cucina italiana e spagnola hanno conquistato il loro spazio in questi ristoranti.

Cucine dell'Europa centrale e dell'est[modifica | modifica sorgente]

Borscht, un piatto tipico della cucina russa e dei paesi dell'est europeo.

Cucine del nord Europa[modifica | modifica sorgente]

Cucine del sud Europa[modifica | modifica sorgente]

Paella spagnola.

Cucine dell'Europa occidentale[modifica | modifica sorgente]

Un Sunday roast inglese.
Una fetta di Roquefort, tipico formaggio francese

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Leung Man-tao (12 febbraio 2007), "Eating and Cultural Stereotypes", Eat and Travel Weekly, no. 312, p. 76. Hong Kong
  2. ^ Kwan Shuk-yan (1988). Selected Occidental Cookeries and Delicacies, p. 23. Hong Kong: Food Paradise Pub. Co.
  3. ^ Lin Ch'ing (1977). First Steps to European Cooking, p. 5. Hong Kong: Wan Li Pub. Co.
  4. ^ Kwan Shuk-yan, pg 26

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]