Cronache Jedi: L'insurrezione di Freedon Nadd

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tales of the Jedi: The Freedon Nadd Uprising è una sottoserie della serie a fumetti Tales of the Jedi, ambientata nell'universo di Guerre stellari, pubblicata nel 1994.

Tales of the Jedi: The Freedon Nadd Uprising 1[modifica | modifica wikitesto]

È il primo numero della sottoserie, ambientato nel 3.998 BBY.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Durante un tentativo di spostare il sarcofago di Freedon Nadd e la Regina Amanoa sulla luna di Dxun, i cavalieri Jedi Arca Jeth, Ulic Qel-Droma, Cay Qel-Droma, Tott Doneeta e Oss Wilum vengono attaccati da diverse centinaia di Naddisti, comandati da Warb Null, e invadono la città di Iziz. Mentre distraggono le forze di Iziz, un gruppo di Naddisti riescono a prendere il sarcofago e a portarlo via.

Maestro Arca, Ulic e la Regina Galia consultano il padre di lei, il Re Ommin, per aiuto. Vengono affrontati dallo spirito di Freedon Nadd e Ommin tradisce gli Jedi, stordendo Arca. Warb Null attacca Ulic ma viene battuto. Sfortunatamente, il suo intervento da' tempo a Ommin di rapire Arca Jeth. Intanto, su Ossus, Nomi Sunrider, Dace Diath, Shoaneb Culu, Kith Kark e Qrrrl Toq vengono scelti per difendere Iziz nella seconda battaglia di Onderon.

Su Coruscant, gli eredi del sistema Empress Teta e i membri del culto del Lato Oscuro dei Krath, Satal e Aleema Keto, entrano nel Museo Galattico e trovano un libro Sith. Satal lo ruba mentre il custode è distratto, e dopo aver trovato notizie su alcuni Sith presenti a Iziz, i Keto vanno ad Onderon per trovarli e per scoprire con loro i segreti del libro...

Nuovi personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Nuove specie senzienti[modifica | modifica wikitesto]

Nuove creature[modifica | modifica wikitesto]

  • Bestie da processione
  • Bestie montate

Nuovi pianeti[modifica | modifica wikitesto]

Tales of the Jedi: The Freedon Nadd Uprising 2: Initiates of the Sith[modifica | modifica wikitesto]

È il secondo e ultimo numero della sottoserie, ambientato nel 3.998 BBY.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Satal e Aleema Keto arrivano ad Onderon per trovare il pianeta in battaglia. La loro nave, la Krath Enchanter, si schianta ma riescono a scappare salvandosi. Intanto la squadra Jedi comandata da Nomi Sunrider combatte per farsi strada tra i droidi e i Naddisti. Kith Kark viene ucciso nell'assalto, mentre il resto dei Jedi si infiltra nel palazzo, incontrandosi con Ulic, Cay Qel-Droma, Tott Doneeta e Oss Wilum.

Intanto, i Keto vengono salutati da Re Ommin, sperando di sbloccare i segreti del loro tomo Sith. Ommin da' a Satal un amuleto che gli permette di leggere perfettamente il libro, mentre Arca Jeth si trova addossato al muro avvelenato dalla magia Sith.

Il gruppo di sette Jedi arriva alla fortezza di Ommin, e Ulic taglia l'armatura del Re mandandolo a terra. Le forze di Iziz, vittoriose, trasportano il sarcofago di Freedon Nadd, la Regina Amanoa e il Re Ommin a Dxun, messi per sempre a riposo.

Nuovi personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Teta

Nuove organizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Salta-razzi Repubblicani

Nuovi pianeti[modifica | modifica wikitesto]