Cromatidio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Disegno di un Cromosoma
1) Cromatidio
2) Centromero
3) Braccio corto
4) Braccio lungo

I cromatidi sono le due subunità di cui sono costituiti i cromosomi nel processo di divisione cellulare, mitosi o meiosi. I cromatidi fratelli sono la coppia dei cromatidi uniti per il centromero, che derivano dalla replicazione di un cromosoma. I cromosomi omologhi sono costituiti da due cromosomi uniti in regioni a forma di X chiamate chiasmi.

Tutte le cellule somatiche nel nostro organismo sono diploidi, cioè hanno due copie di ogni cromatidio in ogni cromosoma, uno di origine paterna, l'altro di origine materna. Durante il ciclo cellulare tutto il genoma di una cellula somatica si duplica. I cromosomi vengono duplicati durante la fase S del ciclo cellulare, che segue la fase G1 (gap 1) e precede la fase G2 (gap 2). L'insieme di questi tre momenti costituisce l'interfase che a sua volta precede la mitosi o la meiosi.
Ogni singolo cromosoma ora è costituito da due copie cromosomiche, i cromatidi fratelli, che resteranno legati fra loro a livello del centromero fino al momento della mitosi. I due cromatidi fratelli verranno separati durante l'anafase, a questo punto essi prenderanno nuovamente il nome di cromosomi, poiché condurranno vita indipendente.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Biologia Portale Biologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biologia