Croda dei Baranci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Croda dei Baranci
Birkenkofel0001.jpg
Stato Italia Italia
Regione Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige
Provincia Bolzano Bolzano
Altezza 2922 m s.l.m.
Catena Alpi
Coordinate 46°41′21.9″N 12°16′35.6″E / 46.689416°N 12.276556°E46.689416; 12.276556Coordinate: 46°41′21.9″N 12°16′35.6″E / 46.689416°N 12.276556°E46.689416; 12.276556
Altri nomi e significati Birkenkofel
Data prima ascensione 17 luglio 1880
Autore/i prima ascensione Ludwig Grünwald e Santo Siorpaes
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Croda dei Baranci
Mappa di localizzazione: Alpi
Dati SOIUSA
Grande Parte Alpi Orientali
Grande Settore Alpi Sud-orientali
Sezione Dolomiti
Sottosezione Dolomiti di Sesto, di Braies e d'Ampezzo
Supergruppo Dolomiti di Sesto
Gruppo Gruppo Rondoi-Baranci
Sottogruppo Nodo della Croda dei Baranci
Codice II/C-31.I-A.1.b

La Croda dei Baranci (2.922 m s.l.m. - Birkenkofel in tedesco) è una cima delle Dolomiti di Sesto nelle Dolomiti, in Alto Adige. Il vocabolo barancio è sinonimo di "pino mugo".[1]

La cima, seconda più alta del gruppo, è separata da una sottile cresta dalla Cima Piatta Alta (2905 m s.l.m.).

Mentre guardandola da sud-est la cima appare quasi piatta, vista dalla Val Pusteria presenta un'immensa parete verticale strapiombante sul lago di Dobbiaco.

La montagna fu salita per la prima volta il 17 luglio 1880 da Ludwig Grünwald e Santo Siorpaes.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Etimologia vocabolo su Enciclopedia Treccani

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]