Croce di Gisulfo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Opera d'arte}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.
Croce di Gisulfo, VII secolo, 11 cm, Cividale, Museo archeologico nazionale

La Croce di Gisulfo è una croce sbalzata in lamina d'oro realizzata nel VII secolo da maestranze longobarde, ed è conservata al Museo archeologico nazionale di Cividale del Friuli. È legata dalla tradizione a Gisulfo I del Friuli, duca del Friuli dal 569 al 581 circa, sebbene sia stata con ogni probabilità realizzata in un'epoca successiva.

È alta 11 cm ed ha i due bracci di lunghezza quasi uguale, con varie pietre preziose levigate incastonate a freddo (due per braccio, una quadrata ed una triangolare, oltre ad una pietra circolare al centro).

È uno degli esempi più esemplificativi della tipologia di crocette diffuse a Cividale del Friuli, caratterizzate dalla presenza dei Imago Christi, piccole teste stilizzate di Cristo con i capelli lunghi, che in questa croce sono ripetute ben otto volte, identiche, due per braccio a intervallare le pietre. Probabilmente venne usato uno stampo per lo sbalzo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Longobardi Portale Longobardi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Longobardi