Cristianesimo calcedoniano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Cristianesimo calcedoniano è il nome di quelle Chiese cristiane, e delle relative teologie, che accettano le conclusioni del Concilio di Calcedonia del 451 riguardo alla relazione tra la persona umana e quella divina di Gesù Cristo: secondo il Credo calcedoniano, infatti, l'umanità e la divinità di Gesù sono due nature e che l'ipostasi del Logo sussiste perfettamente in entrambe.

A seguito del Concilio di Calcedonia, infatti, si ebbe uno scisma tra le Chiese che accettavano i risultati del concilio e quelle che invece li rigettavano; nel primo gruppo rientrarono le Chiese che restarono in comunione con Roma, Costantinopoli e con i tre patriarcati greci d'Oriente (Alessandria, Antiochia e Gerusalemme); nel secondo confluirono le Chiese non-calcedoniane, che formarono dunque il Cristianesimo orientale.

Alcune Chiese non-calcedoniane, nel corso dei secoli, hanno sperimentato degli scismi, con le fazioni scismatiche che sono ritornate nell'ambito del Cristianesimo calcedoniano. Le Chiese orientali calcedoniane sono: