Crispino e la comare (opera)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Crispino e la comare
Lingua originale italiano
Genere Melodramma fantastico-giocoso
Musica Luigi Ricci e Federico Ricci
Libretto Francesco Maria Piave
online
Fonti letterarie Il medico ciabattino di Francesco Maria Piave
Atti quattro
Epoca di composizione 1850
Prima rappr. 28 febbraio 1850
Teatro Venezia, Teatro San Benedetto
Personaggi
  • Crispino Tacchetto, ciabattino (basso)
  • Annetta, sua moglie (soprano)
  • Don Asdrubale di Caparotta, facoltoso e avaro siciliano, padrone di casa di Crispino (basso)
  • Lisetta, sua nipote (mezzosoprano)
  • La comare (mezzosoprano)
  • Fabrizio, medico (baritono)
  • Mirabolano, medico e farmacista (basso)
  • Contino del Fiore, toscano (tenore)
  • Bortolo, muratore (tenore)

Crispino e la comare (1850) è un'opera comica dei fratelli Ricci, su libretto di Francesco Maria Piave. La prima esecuzione assoluta si svolse a Venezia il 28 febbraio 1850 al Teatro San Benedetto. L'opera è stata molto celebre in Italia e all'estero lungo tutta la seconda metà del XIX secolo tanto da essere eseguita a Londra (prima rappresentazione il 17 novembre 1857 al St's James Theatre), a Calcultta (prima rappresentazione nel 1867 alla Calcutta Opera House) e a Melbourne (prima rappresentazione al Princess's Theatre l'11 agosto 1871). Alcune arie (come "Io non so più l'Annetta") sono rimaste note ed eseguite fino ai nostri giorni.

Nel 1938 il regista Vincenzo Sorelli ne trasse un film omonimo.

Interpreti della prima rappresentazione[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio Interprete[1]
Crispino Carlo Cambiaggio
Annetta Giovannina Pecorini
Don Astrubale Angelo Guglielmini
Lisetta Paolina Prinetti
La Comare Giovannina Bordoni
Fabrizio Luigi Rinaldini
Mirabolano Luigi Ciardi
Contino del Fiore Giuseppe Pasi
Bortolo

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Luogo: Venezia.

Epoca: XVII secolo.

Crispino è un povero ciabattino che non riesce a sbarcare il lunario. Gli appare una misteriosa donna, la comare, che lo incoraggia ad intraprendere la carriera di medico, sebbene egli non sappia nemmeno leggere. Crispino, con il magico aiuto della comare, ha successo, riuscendo a predire le guarigioni di Bortolo e Lisetta e la morte di Asdrubale. La prosperità però gli dà alla testa e prende a maltrattare la moglie Annetta. La comare gli fa capire le sue colpe e lo minaccia di morte: Crispino si pente e torna l'armonia con Annetta.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 1974: opera completa. Orchestra e coro della RAI, direttore Marco della Chiesa ; Mario Chiappi (Crispino), Emilia Raveglia (Annetta), Luisella Ciaffi-Ricagno, Gianfranco Pastine, Alessandro Corbelli e Angelo Nostri. MRF Records[2]
  • 1994: opera completa. Orchestra sinfonica di San Remo, direttore Paolo Carignani; Coro "Francesco Cilea" di Reggio Calabria; Daniela Lojarro e Daniela Benori, soprani; Serena Lazzarini, mezzosoprano; Enrico Cossutta, tenore ; Roberto Coviello, Antonio Marani e Marcello Siclari, baritoni; Simone Alaimo, basso-baritono Riccardo Ristori, basso[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 28 febbraio 1850 sull'almanacco di amadeusonline, consultato il 18 luglio 2013
  2. ^ disqueantique
  3. ^ worldcat