Crisina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Crisina
Chrysin.svg
Nome IUPAC
5,7-diidrossi-2-fenil-4H-cromen-4-one
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C15H10O4
Massa molecolare (u) 254,24
Numero CAS [480-40-0]
PubChem 5281607

La crisina (5,7-diidrossiflavone) è un flavone, un tipo di flavonoide, originariamente isolata dal fiore della passione.

Costituisce il 50% dei metaboliti secondari presenti nel miele di acacia.

È un potente inibitore dell'enzima aromatasi, in grado di modulare i recettori GABAA e GABAC, inibitore della crescita di vari tipi di tumore maligno tramite l'azione su proteine ed enzimi chiave della vita cellulare (MAPk p38, ERK 1/2, Bax e Caspasi).

Fra i flavonoidi, è il più potente inibitore dell'aromatasi, di efficacia pari ai farmaci senza molti dei loro effetti collaterali. In più di questi, ha un potere antiossidante paragonabile a quello delle vitamine, ed è un antinfiamamtorio (che agisce sul pathway di Cox-2)[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Atti del Convegno "Sostanze naturali, farmaci e alimenti: azioni e interazioni", c/o Istituto Superiore di Sanità, Roma, 14 Dicembre 2010

.

Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia