Criptismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bradipo con pelliccia verde a causa delle alghe.

Il criptismo o mimetismo criptico è la condizione nella quale un organismo tende a confondersi con l'ambiente che lo circonda, in modo da passare inosservato alla sua preda, o al suo predatore. Non deve essere confuso col mimetismo.

Tipi di criptismo[modifica | modifica sorgente]

Può essere visivo, olfattivo e uditivo.

Visivo[modifica | modifica sorgente]

Esistono diverse classificazioni di criptismo visivo:

  • in base al camuffamento: baseomomorfico, in cui si cerca di assomigliare ad un oggetto inanimato, e omocromico, dove ci si confonde con un substrato;
  • in base alla durata: effimero che è quello dei camaleonti in cui la livrea cambia col tempo, e permanente, ossia quello più comune, presente nella sogliola ad esempio, dove il colore è sempre lo stesso;
  • in base allo scopo: disruptive, tipico delle prede, serve a confondere il predatore (manto delle zebre), e camuffamento, grazie a ciò che può essere trovato nell'ambiente (sassolini), si cerca di sparire alla vista[1].

Anche i polpi sono in grado di cambiare il colore della propria pelle, a seconda delle esigenze (fondali), grazie ai cromatofori[2]. Un altro tipo di criptismo è quello dell'ombra opposta, effettuato dagli animali acquatici, dove il ventre tende ad avere un colore chiaro e il dorso uno scuro, così che l'animale si confonde visto dall'alto e dal lato, grazie ai giochi di luce sulla pelle (tipico di squali, pinguini e alcuni osteitti)[1].

Il colore bianco degli animali polari è un esempio ben evidente (vedasi orso polare o volpe artica)[3]. Esistono anche protocooperazioni che portano al criptismo: il bradipo e le alghe che gli colonizzano la pelliccia, facendolo diventare di un colore simile a quello del fondale della foresta (l'alga ci guadagna il trasporto e l'habitat umido del sottochioma)[4], o alcune specie di granchio che strappano delle alghe dal fondale e le dispongono sul proprio carapace per occultarsi[5].

Uditivo[modifica | modifica sorgente]

Le falene in particolare, sono in grado di assorbire, grazie ai morbidi peli che hanno sul corpo, le onde sonore prodotte dai pipistrelli insettivori con eco-localizzazione, per evitare appunto, di essere riconosciute. Inoltre sono addirittura in grado di rimandare indietro suoni attribuibili ad altri oggetti (attività di "Jamming")[6].

Olfattivo[modifica | modifica sorgente]

Altre falene della famiglia delle Sphingidae, sono in grado di camuffare il proprio odore, per addentrarsi in un'arnia di api, e rubarne il miele. La falena imita i ferormoni delle api e non viene attaccata[7].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Home Sito Home Predazione La Pre
  2. ^ Il polpo mimetico e trasformista
  3. ^ Volpe artica - National Geographic
  4. ^ Curiosità
  5. ^ Fabrizio Reale's photo blog: Granseole, mimetismo subacqueo
  6. ^ Moths Jam Bat Sonar, Throw the Predators Off Course
  7. ^ Crypsis - Definition of Crypsis in the Entomologists' glossary - Amateur Entomologists' Society (AES)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]