Cripta dei Prìncipi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO Flag of UNESCO.svg
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Cripta dei Principi
Coudr 05.jpg
Tipo Culturale
Criterio {{{criterio}}}
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 1998
Scheda UNESCO

La Cripta dei Principi (in tedesco Fürstengruft) è il luogo di sepoltura della casa granducale di Sassonia-Weimar-Eisenach nel Cimitero storico di Weimar, in Turingia. Anche le spoglie del grande poeta Johann Wolfgang von Goethe sono qui sepolte. La cripta è oggi proprietà della Klassik Stiftung Weimar e, dal 1998, insieme con il Cimitero storico è parte dell'ensemble "Klassisches Weimar", dichiarato dall'UNESCO, Patrimonio dell'Umanità.

Costruzione e storia[modifica | modifica sorgente]

A partire dal 1823 il granduca Carlo Augusto di Sassonia-Weimar-Eisenach pensò alla costruzione di una cripta nel cimitero di Weimar che raccogliesse le spoglie del suo casato. La cripta fu costruita tra il 1823 e il 1828 su progetto di Clemens Wenzeslaus Coudray. Già nell'estate del 1824 fu ultimata la parte sotterranea del mausoleo. Fu così possibile traslare i 27 sarcofagi della famiglia dei duchi di Weimar, fino ad allora conservati nello Stadtschloss. Nel 1828 fu sepolto nella cripta lo stesso duca Carlo Augusto. Le spoglie di Goethe, morto nel 1832, furono trasportate nella cripta quattro giorni dopo la morte del poeta e si trovano tuttora lì. Fino al 2008 si pensava che anche Friedrich Schiller fosse sepolto lì, ma il test del DNA effettuato sui resti conservati nella bara con il nome "Schiller" ha dato esito negativo; i resti sono stati così inumati nel vicino cimitero e il sarcofago è oggi vuoto.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Fürstengruft auf den Seiten der Klassik Stiftung Weimar