Crema frangipane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Galette des Rois
Torta al cioccolato fondente con cuore di crema frangipane
Torta alla pesca e crema frangipane

La frangipane è una crema a base di mandorle[senza fonte], utilizzata nella preparazione della Galette des rois. È composta per metà da pasta di mandorle e per metà da crema pasticcera, e non deve essere confusa con la semplice pasta di mandorle, utilizzata invece per la preparazione di dolci come la cassata.

Origine[modifica | modifica sorgente]

Benché sia riconosciuto il fatto che il nome della crema derivi dal cognome italiano "Frangipani", quanto all'origine della ricetta in sé esistono varie teorie:

  • un pasticcere del XVI secolo, creatore di un liquore aromatico con un sapore simile a questo[senza fonte] ;
  • la ricetta della crema sarebbe stata donata dal conte Cesare Frangipani a Caterina de'Medici in occasione del suo matrimonio con il futuro re di Francia[1];
  • Muzio Frangipani, un botanico italiano, avrebbe visitato le Antille nel 1493 e avrebbe insegnato ai marinai che lo accompagnavano che l'odore "delizioso" sentito in prossimità di Antigua era originato da un arbusto (Plumeria alba), il cui nome comune divenne "frangipani"[2];
  • un pronipote di Muzio Frangipani, marchese del XVII secolo e maresciallo nell'esercito di Luigi XIII, avrebbe ideato l'aroma della frangipane con lo scopo di coprire l'odore di cuoio dei guanti e delle scarpe[3]. Oltre a quella dell'aroma, gli viene attribuita anche l'invenzione della ricetta[4];
  • Maurizio Frangipani, un monaco italiano pioniere della profumeria, avrebbe osservato che i princìpi dei profumi erano solubili nell'etanolo[5].

Secondo una tradizione della Famiglia francescana l'origine della frangipane sarebbe da ricollegarsi a Giacoma de Settesoli († 1236), giovane vedova del nobile romano Graziano di Frangipani, Signore di Marino. Amica di San Francesco, era solita donargli dolci alle mandorle:

« Un giorno San Francesco chiamò i suoi compagni e disse: « Voi sapete quanto Giacoma de Settesoli resti devota al nostro Ordine. Io credo che, se la informaste del mio stato, questa sarebbe una grande premura e consolazione nei suoi confronti. Scrivetele di inviarvi una tunica di questo tessuto color di cenere, come quello che tessono le sorelle cistercensi nei paesi d'oltremare. Che mi invii anche qualcuno di quei dolci che mi preparava talvolta quando mi trovavo a Roma. » I romani chiamano questi dolci, di mandorle e zucchero o miele, "mostaccioli". »
(Leggenda di Perugia 101[6])

Profilo nutrizionale[modifica | modifica sorgente]

La farina di mandorle fornisce una piccola quantità di acidi grassi monoinsaturi e acidi grassi polinsaturi, utili per la prevenzione di malattie cardiovascolari, e di magnesio, utile per il sistema nervoso e le difese immunitarie.

La crema pasticcera fornisce un po' di proteine, grazie al contenuto di uova e latte, e permette di rendere il tutto più leggero, riducendo la quantità di burro necessaria. Tra gli svantaggi, la quantità di grassi rimane considerevole (da 24 a 25 g/100 g), soprattutto per quelli saturi, noti per i loro effetti nocivi sul sistema cardiovascolare se consumati in quantità eccessive.

Omonimia[modifica | modifica sorgente]

L'arbusto comunemente chiamato frangipani condivide con questa crema l'odore, ma non è in alcun modo coinvolto nella sua preparazione.

"Frangipane" è anche il nome di un cocktail analcolico a base di cocco, banana, fragola e frutti tropicali[7] come il frutto della passione.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Jean-François Deniau, L'Île Madame, Livre de Poche, p. 126.
  2. ^ (EN) Dictionary of Phrase and Fable, E. Cobham Brewer, 1894
  3. ^ L'art oublié du parfum, Septimus Piesse, Max Milo Editions
  4. ^ Dictionnaire étymologique, Noel & Carpentier, 1839
  5. ^ Mauritius Frangipani
  6. ^ Saint François d'Assise, Documents, Éditions franciscaines, Paris, 2002
  7. ^ Recette du cocktail Frangipane

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

JP Géné, « Mystère et frangipane », in Le Monde 2, n° 256

Cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cucina