Crash Twinsanity

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Crash TwInSanity
Crash Twinsanity.jpg
Il secondo livello del gioco, "Jungle Bungle"
Sviluppo Traveller's Tales
Pubblicazione Universal Interactive Studios, Sierra Entertainment
Data di pubblicazione PlayStation 2:
Giappone 9 dicembre 2004
Flags of Canada and the United States.svg 28 settembre 2004
Flag of Europe.svg 8 ottobre 2004
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 26 ottobre 2004

Xbox:
Flags of Canada and the United States.svg 28 settembre 2004
Flag of Europe.svg 8 ottobre 2004
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 26 ottobre 2004

Genere Piattaforme
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Playstation 2, Xbox
Supporto DVD
Fascia di età ESRB: E
OFLC (AU): G
PEGI: 3
USK: 6
Periferiche di input DualShock - Memory card
Preceduto da Crash Bandicoot Purple: Ripto's Rampage
Seguito da Crash Tag Team Racing

Crash TwInSanity è un videogioco a piattaforme della serie di Crash Bandicoot, il quarto non prodotto dalla Naughty Dog.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il tutto comincia con l'ennesimo tentativo del Dr.Cortex di eliminare Crash: dopo aver paralizzato Coco, Cortex prende le sue sembianze ed attira Crash ad una "festa di compleanno" dove sono stati invitati gran parte degli scagnozzi al servizio del dottore; la lotta inizia ma anche con il supporto del Mecha Bandicoot (l'ultimo robot di N.Gin) Cortex viene ancora una volta sconfitto: l'arena del combattimento crolla, mentre tra Crash e il dottore scoppia una rissa che li porta ad attraversare le caverne. Ben presto i due si ritrovano a dover affrontare delle strane creature dotate di un enorme trivella e una volta raggiunta la superficie i nostri eroi si trovano al cospetto degli Evil Twins, due pappagalli provenienti dalla decima dimensione dotati di grandi poteri mentali. Resosi conto dell'enorme potere dei due, Cortex (nel frattempo datosi alla fuga in preda ad allucinazioni causate dagli stessi) si trova nella situazione di dover chiedere aiuto a Crash ma poco dopo il dottore viene catturato dagli indigeni.

Una volta liberato Cortex, i due si trovano poco dopo a dover ancora una volta constatare i grandi poteri dei loro nuovi nemici: i gemelli cattivi infatti, animano un grande totem facendolo diventare una mostruosa creatura dotata di 4 braccia. Sconfitta anche questa minaccia, Crash e Cortex si dirigono al laboratorio dello scienziato ma devono fare il giro largo a causa di un malfunzionamento della porta; sulla strada si imbattono nel grande Uka Uka che, liberato dal ghiaccio da cui era prigioniero da 3 anni, attacca i due. Una volta sconfitto anche lo stregone, il fratello Aku Aku gli propone un'alleanza temporanea contro i nuovi nemici ed i due si dirigono nella decima dimensione per affrontarli; nel frattempo i nostri eroi riescono ad entrare nel laboratorio del dottore, giusto in tempo per constatare che l'assalto delle due maschere è fallito. Qui i due gemelli malvagi dichiarano di volersi vendicare del dottor Neo Cortex per aver rovinato loro la vita (azione che Cortex non ricorda) e dicono inoltre di possedere enormi richezze, dettaglio che più avanti attirerà molti guai ai nostri eroi.

La strategia di Cortex consiste nell'usare il suo trasporto dimensionale, lo Psychetron, per raggiungere la decima dimensione dove vivono i due gemelli ma purtroppo i cristalli del potere raccolti dai due lungo il cammino, non bastano ad alimentare la macchina: i due si dirigono così sulla cima della montagna innevata e, dopo aver usato Cortex come slitta di emergenza ed essersi schiantati sulla baita di Dingodile ( che viene appunto a sapere del tesoro) , raggiungono il punto in cui è attraccata la nave da guerra di N. Gin. Crash sale a bordo e dopo aver recuperato due cristalli, sconfitto lo scienziato ed essere sopravvissuto all'assalto di N.Tropy e N.Brio (anche loro in cerca del tesoro) ritorna al laboratorio per procedere al viaggio; tuttavia la fortuna non è dalla loro, infatti Coco (nel frattempo liberatasi) fraintende le intenzioni di Cortex e lo attacca guastando così lo Psychetron.

A detta dello scienziato, l'unica persona in grado di riparare il macchinario è sua nipote Nina Cortex che al momento sta studiando all'accademia del male; Crash e Cortex si dirigono là con il dirigibile di quest'ultimo e dopo essere sopravvissuti ad un altro assalto dei gemelli cattivi raggiungono la loro destinazione. Dopo un po' di trambusto nel sistema di caldaie sotterraneo e ad uno scontro con Dingodile, i nostri eroi riescono infine a reclutare Nina ma vengono ancora una volta attaccati dalle truppe dei gemelli cattivi: Cortex deve anche vedersela con Madame Amberly, direttrice dell'accademia con cui non sembra andare troppo d'accordo; durante il viaggio di ritorno, Cortex finalmente riacquista la memoria a proposito dei gemelli malvagi: i due sono Victor e Moritz, i pappagalli domestici che Cortex aveva ai tempi dell'accademia nonché prime cavie dell'Evolvo-Ray (che però funzionò malamente, spedendo i due nella decima dimensione).

Tornati al laboratorio, finalmente il gruppo raggiunge la decima dimensione (luogo desolato che rappresenta l'esatto contrario della dimensione originale) ma non sono soli...infatti l'alter ego di Crash, Evil Crash per l'appunto, rapisce Nina usandola come slitta giù per la montagna vulcanica (contrario della montagna innevata già citata) portandola nella sua dimora; dopo aver superato anche questo ostacolo il gruppo penetra infine nella fortezza del male di Victor e Moritz. Dopo aver ancora una volta sventato l'attacco di N. Tropy, N. Brio ed N. Gin con l'aiuto di Spyro il gruppo raggiunge la sala del trono dove i due gemelli attaccano con il Death Bot, un enorme robot da guerra con braccia intercambiabili.

Nina e suo zio fanno il possibile per contrastarlo, ma a dare il colpo di grazia ci pensa Crash con quel che resta del Mecha Bandicoot, recuperato tramite un portale all'ingresso della fortezza: sconfitti i due gemelli fuggono, ma finiscono nella casa di Evil Crash che se li mangia. Tornati a casa Cortex dichiara di essersi sbagliato su Crash per tutti questi anni e di aver imparato da tutto ciò: non si può fuggire dai propri errori ma li si può sotterrare, così tenta di spedire Crash in un'altra dimensione ma lo Psychetron si guasta e fa sparire Cortex.

Lo scienziato si risveglia poco dopo in un luogo sconosciuto: ben presto capisce di essere nel cervello di Crash dove, circondato da cloni di quest'ultimo che eseguono il suo famoso balletto, grida disperatamente. Nell'ultima scena vediamo Crash intento a sturarsi l'orecchio sorridendo.

Innovazioni[modifica | modifica wikitesto]

La maggior differenza rispetto ai precedenti capitoli della serie riguarda la struttura dei livelli: la caratteristica struttura "a tunnel" viene sostituita (ad eccezione dei livelli con Cortex o Nina) da uno pseudo-Free Roaming Che permette di rigiocare i precedenti capitoli in qualsiasi momento semplicemente ritornando nel luogo corrispondente.Le maschere Aku Aku / Uka Uka perdono gran parte del loro potere rispetto ai precedenti capitoli, non potendo più proteggere, ad esempio, il protagonista dalle esplosioni.

Uno dei principali elementi del gameplay consiste nella collaborazione tra Crash e Cortex:

  • Cristallo-Matti: In certi momenti del gioco Crash e Cortex si ritrovano a possedere un cristallo che ognuno cerca di strappare all'altro: in questo stato i due si muovono assieme e si può utilizzare Cortex come un martello e lanciarlo lontano per attivare interruttori.
  • Rissa Rotolante: Crash e Cortex se le danno di santa ragione, mentre rotolano attraverso percorsi e discese piene di pericoli!
  • Slitta dell'Umiliazione: In caso di mancanza di mezzi, Cortex si rivela un ottimo slittino per discendere dalle piste innevate.
  • Il Dr.Impazzito: Cortex fugge terrorizzato, mentre Crash deve aprirgli la strada da nemici e ostacoli

Personaggi Giocabili[modifica | modifica wikitesto]

In questo capitolo i personaggi giocabili sono 3:

  • Crash Bandicoot: Come nei precedenti capitoli Crash è in grado di eseguire l'attacco giravolta, il doppio salto, la scivolata, la panciata ed il salto in scivolata.
  • Dr.Neo Cortex: Il Dr. Cortex attacca principalmente con la sua pistola al plasma (che tuttavia necessita di essere ricaricata tramite apposite casse), è in grado di spiccare piccoli salti e di eseguire una scivolata "a pelle d'orso".
  • Nina Cortex: in modo simile a Crash, anche Nina può eseguire un attacco giravolta, inoltre le sue mani meccaniche le permettono di sferrare dei pugni a distanza e di aggrapparsi a certe sporgenze.
  • Mecha Bandicoot: lo si può usare soltanto nella fase finale della battaglia contro i gemelli cattivi dopo aver usato Crash, Nina e il dottor Cortex per indebolire il cyborg dei gemelli cattivi, i suoi attacchi consistono nel lanciare dei missili e un potente raggio laser.

Boss[modifica | modifica wikitesto]

Questo capitolo vede ritornare molti dei vecchi nemici assieme a di nuovi:

  • Boss 1 Neo Cortex / Mecha Bandicoot: Nella prima fase bisogna schivare le sue bombe e respingere il getto caricato della sua pistola al plasma (in modo molto simile al primissimo scontro tra Crash e lo scienziato).

Nella seconda fase lo scontro appaiono N-Gin & il Mecha Bandicoot e lo scontro si sposta sui bordi dell'arena, dove bisognerà ancora una volta schivare le mosse del robot (che attaccherà con lanciamissili e motosega) e respingere i getti al plasma fino a distruggerlo.

  • Boss 2 Tikimon: Si tratta di un enorme totem indiano animato da Victor e Moritz; il possente titano attaccherà con le sue quattro braccia, con raggi laser e sguinzagliando dei minions di pietra: durante questa fase bisogna lanciare Cortex nella sua bocca fino a soffocarlo.
  • Boss 3 Uka Uka: Una volta svegliato dal suo sonno di ghiaccio (in cui era intrappolato dalla fine di "L'Ira di Cortex") il potente stregone userà il ghiaccio circostante per costruirsi un colossale corpo, che userà per attaccare Crash e Cortex assieme a enormi palle di neve e scariche di ghiaccio sul terreno; per sconfiggerlo, bisogna lanciare Cortex su 4 piattaforme circostanti permettendoli così di attivare delle griglie di calore sul terreno.
  • Boss 4 N.Gin: A differenza dei precedenti scontri, N.Gin non utilizzerà nessun tipo di Mecha bensì un lanciamissili posizionato sulla coffa della sua corazzata e lanciando delle casse di TNT: per metterlo K.O. sarà necessario fare in modo che le casse sopraccitate colpiscano i sostegni della sua stessa postazione, facendolo poi precipitare.
  • Boss 5 Rusty Walrus: Non si tratta di una vero e proprio boss ma lo si incontrerà subito dopo aver battuto N.Gin: l'enorme tricheco inseguirà Crash distruggendo qualunque ostacolo sul proprio cammino.

Per liberarsene basta completare il percorso abbastanza velocemente da non farsi catturare.

  • Boss 6 Nefarius Tropy & Nitrus Brio: I due scienziati attaccheranno a turno, prima N.Brio (trasformato in un enorme rana mutante) cercando di schiacciare Crash, poi N.Tropy che una volta separata la piattaforma di ghiaccio farà affondare a turno le varie piattaforme su cui si trova Crash. Per sconfiggerli basta schivare N.Brio e colpire N. Tropy mentre si ricarica.
  • Boss 7 Dingodile: Una volta completato il livello "La Caldaia Maledetta", Dingodile farà la sua apparizione ed attaccherà con il suo lanciafiamme prima con palle di fuoco e poi con dei veri e propri muri di fuoco.

Per renderlo vulnerabile bisogna fare in modo che il suo getto caricato colpisca gli interruttori, attivando così il sistema antincendio: a questo punto basterà colpirlo.

  • Boss 8 Madame Amberlie: Prima Boss Fight esclusiva di Cortex.

L'enorme direttrice attaccherà con dei fulmini che aprono le varie bocche dell'organo su cui Cortex si trova, restringendo così sempre più l'area di movimento (possono essere richiuse sparandoci contro): dopo che vi attaccherà con delle campanelle si girerà di spalle lasciando scoperto il suo punto vulnerabile: il congegno che le permette di restare appesa al soffitto.

  • Boss 9 Death Bot: il gigantesco robot da guerra degli Evil Twins, si divide in tre fasi (una per personaggio):

Fase 1: Nina: La ragazza cyborg dovrà arrampicarsi su delle grandi colonne e distruggere i vari generatori, il tutto evitando i fendenti e le fiammate del robot.

Fase 2: Cortex: Il Death Bot cambierà configurazione trasformando le braccia in una mitragliatrice e cannone al plasma: Bisogna evitare i suoi letali attacchi e distruggere entrambe le armi con la pistola.

Fase 3: Crash: Fa il suo ritorno Crash a bordo del Mecha Bandicoot! Il Death Bot da il via all'ultima linea difensiva, proteggendosi con una barriera rotante a 360° (che presenta dei varchi) e una lama elettrificata: evitare i suoi fendenti ed attaccare con i missili attraverso i varchi.

Casse[modifica | modifica wikitesto]

In Crash TwInSanity esistono quindici tipi di casse diversi:

  • Cassa di legno: comuni casse di legno contenenti frutti Wumpa.
  • Cassa Aku Aku/Uka Uka: rompendo questa cassa, Crash riceverà aiuto dalla maschera dello stregone Aku Aku. Se sono Neo o Nina Cortex a romperla, dalla cassa uscirà invece una mascherà di Uka Uka.
  • Cassa a sorpresa ?: come le casse comuni, ma possono contenere anche più frutti Wumpa (generalmente 10 o 5).
  • Cassa a sorpresa !: queste casse sono contrassegnate da un punto esclamativo. Non si rompono, essendo di metallo, ma rendono visibili casse e/o piattaforme, in genere già segnalate da un'intelaiatura bianca che evidenzia dove compariranno.
  • Detonatore: sostituiscono le vecchie casse "!" verdi.Sono in grado di far detonare le casse Nitro e TNT a cui sono collegate.
  • Cassa Nitro: casse piene di Nitroglicerina, esplodono al minimo contatto.
  • Cassa TNT: se Crash salta su una cassa di TNT, si accende una miccia di tre secondi, per consentirgli di scappare al riparo. Se la colpisce con una giravolta salta in aria (perdendo una vita, ovviamente).
  • Casse metalliche: indistruttibili, ma pericolose se cadono in testa.
  • Casse freccia: aiutano a raggiungere i punti più alti. Si distruggono solo con un attacco di giravolta.
  • Casse freccia metalliche: come sopra, ma indistruttibili e con una portata di salto maggiore.
  • Casse elastiche: si può raccogliere il loro contenuto solo saltandoci sopra cinque volte. Colpendole con la giravolta appariranno vuote.
  • Casse rinforzate: Casse comuni rinforzate che possono essere aperte solo con una panciata a terra.
  • Cassa Crash/Cortex/Nina: casse con il volto del personaggio con cui si sta giocando. Danno una vita extra.Una volta distrutte,diventeranno casse contenenti frutti Wumpa.
  • Cassa C (Check-Point): punto di controllo. Se il giocatore perde una vita, aprendo questa scatola riprenderà dal punto in cui si trovava quando ha aperto la scatola. Se se ne aprono più di una, il gioco riprenderà dall'ultima scatola che è stata aperta.
  • Cassa Mondo: introdotte in questa versione, una volta aperte consentono di salvare il gioco in quel determinato punto.
  • Cassa Munizioni: appare solo nei livelli in cui si usa Cortex. Aumenta le munizioni della pistola al plasma di 20.

Da notare che anche se le casse ! verdi sono state rimpiazzate dai detonatori: nel livello "Catastrofe nella caverna" verso la fine ce n'è una che ha la medesima funzione.

Gemme[modifica | modifica wikitesto]

Come già detto, benché le gemme si possano scovare con maggior facilità rispetto ai capitoli precedenti, può capitare di dover ragionare su come risolvere determinati enigmi, al fine di pervenire alla raccolta delle stesse ( ad esempio, nel caso di gemme circondate da casse di Nitro, o sospese nel vuoto ad altezze rischiose per il personaggio).

Molte volte viene richiesta l'astuzia (spostare oggetti per far esplodere le casse, detonare con le casse speciali, salti acrobatici e via dicendo), e alcune volte è tutta una questione di fortuna, ma gli extra sbloccabili con le gemme ricompensano adeguatamente la fatica.

Frutta[modifica | modifica wikitesto]

I Frutti Wumpa, se raccolti in un numero pari a 100, regalano una vita extra.

Collocazione cronologica[modifica | modifica wikitesto]

A causa dell'impossibilità di collocare cronologicamente nella saga il suo precedente capitolo ovvero Crash Nitro Kart si presume che Twinsanity sia un prequel in quanto inizia dove Crash L'ira di Cortex si era interrotto.

Versioni Beta[modifica | modifica wikitesto]

Ecco alcune differenze provenienti dalle versioni Beta del videogioco:

  • Il gioco venne creato in seguito ad un gioco scartato di Crash Bandicoot che avrebbe dovuto essere chiamato "Crash Bandicoot Evolution", esso fu scartato perché l'idea era troppo simile ai giochi della serie "Ratchet & Clank" della Insomniac Games.

Molti screenshots e concept art di questo gioco sono contenuti nella sezione "Galleria Concept" dello stesso Crash Twinsanity.

  • Inizialmente il gioco doveva chiamarsi Crash Bandicoot Unlimited, il gioco inoltre avrebbe dovuto essere molto più longevo e il prodotto finale costituisce circa 1\2 dell' ampiezza del gioco originale che avrebbe dovuto contenere circa 36 Livelli invece dei 16 definitivi.
  • Crash era in grado di dare un pugno dopo l'attacco rotante, in modo simile a Titans, nella Demo dell'Estate del 2004 è ancora possibile utilizzare questa mossa.
  • Erano presenti le Reliquie del tempo il cui utilizzo era presumibilmente simile ai capitoli precedenti dato che è stato rinvenuta l'icona dell' Orologio della Prova a Tempo.
  • Nina ha i capelli rossi, veste esattamente come Cortex e non ha le mani meccaniche
  • Komodo Joe & N.Trance dovevano apparire nel gioco, come visibile nei Concept Art sbloccabili tramite Gemme.
  • Nella decima dimensione era presente il personaggio di Evil Coco.
  • Sono presenti molti nemici e creature inutilizzate nella versione finale, tra i quali: una tartaruga che rimpiazza la puzzola che si lamenta in "Pasticcio nella Giungla", orsetti armati di lecca-lecca, elefanti rosa alati, un polipo, squali, un pesce gigante rosso e coccodrilli. Molti di questi nemici sono visibili nelle immagini della Galleria Nemici nella sezione Extra del menù di pausa.
  • Nelle primissime fasi di sviluppo il Boss Finale era il Capo del Formicaio, in seguito con l'introduzione dei Gemelli Cattivi il Capo del formicaio venne comunque mantenuto come Boss da affrontare prima dei Gemelli, ma in seguito ad alcuni tagli di livelli esso venne eliminato dal gioco.
  • il Lanciamissili del Mecha Bandicoot è differente, molto più grande e ingombrante.
  • Molte sequenze sono state alterate o rimosse.
  • Era possibile ritornare al Laboratorio di Ghiaccio attraverso lo Psichetron della Decima Dimensione.
  • Sono stati rimossi alcuni livelli:

- "Gone a Bit Coco" (ambientato nella mente di Coco, vi si accedeva tramite un portale apertosi dopo che quest'ultima viene colpita dal raggio dello Psychetron, viene anche mostrato in uno dei Trailer, il livello era completo e venne rimosso all'ultimo momento).

- "Rehab Lab" (Le personalità di Crash e Cortex si invertono: Evil Crash trascina Cortex fuori dal laboratorio, attraverso vari marchingegni e trappole al fine di ripristinare la loro personalità facendosi fulminare da un congegno).

- "Ocean Commotion" (Livello il cui giocatore sarebbe dovuto essere Mecha-Bandicoot, l'obiettivo era quello di distruggere il convertitore Vice-Versa menzionato dai Gemelli Cattivi in uno dei filmati, il getto di plasma era richiesto per completare quest' obiettivo, inoltre il sistema di puntamento dei missili inutilizzato nel gioco era qui perfettamente utilizzabile).

- "Lava Caves" (Le caverne del magma sarebbero dovute essere un livello giocabile nella Decima Dimensione)

- "Skull Rock" (Era la versione terrestre delle Caverne di Magma, era collocato nell' Isola della Follia e si poteva accedere tramite la Roccia a forma di teschio presso la cascata)

- "Megalomaniac Mind Mania" (ambientato nella mente di Cortex, Crash avrebbe dovuto scoprire il misterioso passato di Cortex per scoprire l'identità dei Gemelli Cattivi, la musica di sottofondo avrebbe contenuto delle parti cantate, ma il livello fu eliminato nelle primissime fasi di sviluppo)

- "Uka Tree Of Evil" (livello ambientato su un albero gigante sull' Isola Wumpa in cui Nina avrebbe dovuto arrampicarsi evitando dei missili lanciati dalla Corazzata di N.Gin).

- "Security Insanity" (livello ambientato nel Castello di Cortex in cui Coco avrebbe potuto essere un personaggio giocabile, l'obiettivo era di disattivare un sistema di sicurezza che bloccava il Dirigibile di Cortex, il livello fu eliminato nelle primissime fasi di sviluppo).

- "(nome sconosciuto) Cut Doc Amok" (livello del genere "Il Dott.Impazzito" ambientato sott' acqua, Cortex sarebbe stato attaccato da un polipo e successivamente da uno squalo).

- "(nome sconosciuto) Cut Harbor Level" (Crash si aggira in una baia per raggiungere la Barca di Capu-Capu, ma prima di raggiungerla Crash e Cortex parteciperanno insieme ad una corsa automobilistica contro i Fratelli Komodo per vincere un Cristallo del Potere)

  • Ad un punto nella Decima Dimensione sarebbe dovuta essere presente una gara di velocità a bordo di dischi volanti con Cortex contro le formiche.
  • Al termine del Livello "Che Frana!" Cortex e Crash avrebbero dovuto volare assieme sullo Skateboard volante di Cortex per sfuggire ad un'orda di Formiche.
  • Nella versione demo dell' Estate 2004 di Crash Unlimited e Spyro: A Hero's Tail il laboratorio di Cortex è una Warp Room che permette di accedere ai vari livelli del gioco. Questo faceva parte anche del concetto originale del gioco.
  • All'interno della beta erano presenti delle icone per N.Gin e N.Brio (lasciando a pensare che sarebbe dovuto essere boss al posto di N.Tropy o comunque affrontabile ad un certo punto)
  • La battaglia con Uka Uka si svolge all'esterno invece che in una grotta
  • Le texture per il cielo sono differenti nell' Isola della Follia e nella Decima Dimensione:

Nell'Isola della Follia il cielo è azzurro mentre nella Decima dimensione il cielo è colorato di rosso per il tramonto.

  • Prima di entrare nella Decima Dimensione Crash avrebbe dovuto completare un minigioco a tempo limite che consisteva nell' inserire delle Sfere Energetiche negli appositi condotti nella Sala dello Psychetron al Laboratorio di Ghiaccio. Fu anche registrata una sequenza in cui Cortex spiega l'obiettivo del minigioco a Crash.
  • Inizialmente Cortex avrebbe dovuto comparire nel Livello "Baldoria In Alto Mare" e avrebbe dovuto travestirsi ancora una volta come Coco Bandicoot per poter distrarre N.Gin e i suoi scagnozzi mentre Crash entrava nella corazzata. Fu anche registrata una sequenza per questa scena, la quale tuttavia fu scartata in seguito.
  • Ben 5 spiagge sono state nascoste nell' Isola della Follia: la prima è un prolungamento di N.Sanity beach (la spiaggia in cui si inizia il gioco) e conteneva una Gemma poi spostata altrove, si può accedervi tramite un glitch nel Livello "Pasticcio nella Giungla", fu rimossa per dei problemi di collisione. La seconda e la terza sono vicine e sono in prossimità della Scogliera vicino ad un fiume, ci si può accedere tramite un glitch, la seconda venne rimossa perché incompleta mentre la terza è completa e avrebbe dovuto contenere la Gemma Blu poi spostata, contiene anche una porzione di acqua con una texture usata nelle Beta, la spiaggia venne nascosta per mancanza di tempo. La quarta è prima dell' entrata nel Villaggio Indiano ed è nascosta da una scogliera ed è stata nascosta perché vicina ad una porzione eliminata dell' Isola della Follia (la porzione conteneva il Livello Eliminato della Baia) facilmente visibile da quella posizione. La quinta è collocata dall' altra parte del Villaggio Indiano. Queste spiagge suggeriscono indizi sul fatto che Crash Twinsanity avrebbe dovuto essere un gioco con ambienti completamente esplorabili.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • In questo capitolo ricompaiono per la prima volta assieme tutti i Boss del primo capitolo: Papu Papu (Villaggio Indiano), Ripper Roo, Koala Kong e Pinstripe (alla "Festa" per Crash), N.Brio (assieme ad N.Tropy) e ovviamente Cortex.
  • Per pubblicizzare il gioco si è fatta una campagna pubblicitaria con protagonisti Steve-O e Chris Pontius dello show Wildboyz (e Mtv's Jackass), dove i due reinterpretano le mosse e i combattimenti che Crash e Cortex eseguono nel gioco.
  • Prima dello scontro finale con gli Evil Twins è possibile assistere ad un cameo di Spyro nel quale lancia una fiammata contro N. Tropy, N. Gin e N.Brio.
  • All'interno del Livello "Caos In Classe" è possibile osservare nelle immagini dei quadri vari bozzetti realizzati durante la creazione del gioco, alcuni raffigurano ambientazioni mai utilizzate e del materiale tolto durante le fasi di sviluppo. Un'Immagine nascosta vicino all'ingresso del livello raffigura anche un membro dello staff, precisamente il capo degli sviluppatori delle animazioni del gioco.
  • I primi titoli proposti per il gioco furono Crash Bandicoot Evolution e Crash Bandicoot Unlimited. Un filmato bonus sbloccabile nella versione Europea del gioco mostra alcune mosse e poteri scartati delle due prime versioni.
  • In questo capitolo della saga crash non emettera suoni o versi quando muore