Crème fraîche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Crème fraîche
Fragole con crème fraîche
Fragole con crème fraîche
Origini
Altri nomi panna acida (francese)
Luogo d'origine Francia Francia
Diffusione Europa
Dettagli
Categoria dolce
Ingredienti principali
  • panna non pastorizzata
  • Lactobacillus
Varianti smetana
 
Vasetti di crème fraîche industriale

La crème fraîche è una crema tradizionale della cucina francese, ma oggi utilizzata e diffusa in molte cucine europee, anche in diverse varianti. È un tipo di panna acida con il 30/45% di grassi.[1][2]

È di colore bianco, di densità consistente e dal sapore leggermente acidulo, dovuto all'utilizzo di colture batteriche.

La crème fraîche è ottenuta dalla panna non pastorizzata instillando colture di Lactobacillus e lasciando che i batteri si sviluppino finché la panna non risulti acidula e compatta. A questo punto il prodotto viene pastorizzato, in modo da porre fine alla proliferazione batterica. Per questo motivo la crème fraîche, a differenza dello yogurt, non può essere prodotta a partire dalla panna pastorizzata, in maniera "domestica": l'assenza di batteri, infatti, non permette l'insorgere di questo processo biologico.[2]

Come surrogato domestico per la preparazione di piatti esotici, qualora non si abbia a disposizione della crème fraîche pastorizzata, si può realizzare una miscela con un cucchiaio di aceto o di limone in due tazze di panna e facendo cagliare il composto ottenuto.[3]

Denominazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • La crème fraîche viene impiegata in molte preparazioni e ricette. Se prodotta con una consistenza più liquida, può essere anche chiamata crème fleurette.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Colesterolo, Gremese Editore, 1998, p. 34.
  2. ^ a b (FR) Crèmes in Maison du lait. URL consultato il 22 agosto 2014.
  3. ^ Cucina francese: la Crème Fraîche in PourFemme. URL consultato il 22 agosto 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]