Costituzione dell'Islanda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Islanda

Questa voce è parte della serie:
Politica dell'Islanda


  • Costituzione





Altri stati · Atlante

La Costituzione dell'Islanda è la legge suprema dell'Islanda. La versione attuale è composta da 80 articoli ed entrata in vigore il 17 giugno 1944 e da allora è stata modificata sette volte[1].

A seguito della crisi economica del 2008, il 27 novembre 2010 è stata eletta una Consulta Costituzionale con lo scopo di redigere la bozza di una nuova Costituzione. Il processo di stesura ha visto per la prima volta l'utilizzo del crowdsourcing. Il 29 luglio 2011 la Consulta ha presentato al Parlamento la bozza della nuova Costituzione (il 20 ottobre 2012 approvata anche tramite un referendum popolare) per essere utilizzata come base per la riforma da approvare entro le elezioni politiche della primavera del 2013[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (IS) Stjórnarskrá lýðveldisins Íslands. URL consultato il 5 gennaio 2012.
  2. ^ (EN) Icelanders support revising constitution. URL consultato il 23 ottobre 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]