Costituzione d'Irlanda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Costituzione d'Irlanda (Bunreacht na hÉireann in irlandese; Constitution of Ireland in inglese) è la fonte primaria del diritto irlandese e documento, redatto nel 1937, allo scopo di stabilire i principi cardine dello stato irlandese.

Premessa[modifica | modifica sorgente]

A seguito della guerra civile e dell'ottenuta indipendenza della parte sud dell'isola, quella nord comprendente alcune contee dell'Ulster[1] rimase sotto dominio britannico, ci si pose il problema di stabilire una costituzione per delimitare i cardini e punti di riferimento del nuovo Stato irlandese.

Stesura ed elaborazione della costituzione[modifica | modifica sorgente]

Il principale e più attivo promotore ed artefice della costituzione Irlandese fu Eamon de Valera, primo ministro del neonato Stato, che fino a quel momento si era basata sulla Costituzione del libero stato d'Irlanda (Inglese: "Constitution of the Irish free state").

I motivi che portarono ad un rinnovamento costituzionale furono parecchi, in primo luogo la necessità di chiarire parecchi dubbi e situazioni rimaste in sospeso con il precedente statuto. La stesura avvenne in contemporanea sia in inglese che in gaelico, e non come si potrebbe supporre semplicemente traducendo quello che veniva redatto in inglese in gaelico.

Il lavoro di de Valera fu molto fruttuoso, e quella che venne fuori fu una costituzione chiara nel suo linguaggio tecnico e precisa nei contenuti.

Approvazione[modifica | modifica sorgente]

La nuova costituzione fu vagliata dalla sola camera allora presente nel parlamento irlandese, e poi fu successivamente approvata in un plebiscito il 14 luglio del 1937. La costituzione entrò in vigore il 29 dicembre del 1937.

Tra i più accesi oppositori della nuova costituzione vi furono i partiti Fine Gael e gli Unionisti, mentre fra i sostenitori vanno annoverati il partito Fianna Fáil.

Punti principali[modifica | modifica sorgente]

La costituzione irlandese si compone di un preambolo e cinquanta articoli suddivisi in sedici gruppi, qui sotto riportati:

  1. La Nazione (1-3)
  2. Lo Stato (4-11)
  3. Il Presidente (12-14)
  4. Il Parlamento (15-27)
  5. Il Governo (28)
  6. Le Relazioni Internazionali (29)
  7. Il Procuratore Generale (30)
  8. Il Consiglio di Stato (31-32)
  9. Il Controllore ed Auditore Generale (33)
  10. Le Corti (34-37)
  11. I Capi d'Accusa (38-39)
  12. I Diritti Fondamentali (40-44)
  13. I Principi Cardine della politica sociale (45)
  14. L'Emendamento della Costituzione (46)
  15. Il Referendum (47)
  16. L'Abrogazione della costituzione dello Stato libero d'Irlanda e la continuazione delle leggi (48-50)

Preambolo[modifica | modifica sorgente]

Il testo che segue è in lingua originale:

In the Name of the Most Holy Trinity, from Whom is all authority and to Whom, as our final end, all actions both of men and States must be referred,

We, the people of Éire,

Humbly acknowledging all our obligations to our Divine Lord, Jesus Christ, Who sustained our fathers through centuries of trial,

Gratefully remembering their heroic and unremitting struggle to regain the rightful independence of our Nation,

And seeking to promote the common good, with due observance of Prudence, Justice and Charity, so that the dignity and freedom of the individual may be assured, true social order attained, the unity of our country restored, and concord established with other nations,

Do hereby adopt, enact, and give to ourselves this Constitution.

Caratteristiche della Nazione e dello Stato[modifica | modifica sorgente]

  • Sovranità nazionale: La costituzione dichiara nell'art. 1 il diritto del popolo irlandese all'autodeterminazione. Lo Stato è sovrano ed indipendente (art.5).
  • Irlanda Unita: Chiunque sia nato nell'isola d'Irlanda ha il diritto di essere cittadino Irlandese, se però possiede almeno un genitore con la cittadinanza a pieno titolo (art.2). Nell'art.3 viene dichiarata l'intenzione ed il volere del popolo irlandese di formare una nazione unita, e di perseguire lo scopo dell'unità con mezzi pacifici e con il consenso degli abitanti dell'Irlanda del nord.
  • Nome della Nazione: Il nome ufficiale della nazione è Éire, anche se in base alla legge repubblicana del 1949 viene allungato in Repubblica d'Irlanda.
  • Bandiera Nazionale: La bandiera nazionale irlandese e il tricolore verde bianco ed arancio, posti in tre colonne verticali di uguale grandezza.
  • La Capitale: Il parlamento ed il presidente dello Stato devono risiedere dentro o nei dintorni di Dublino, (rispettivamente art.15 ed art.12).
  • Sovranità Popolare: è stabilito che la sovranità "deriva, sotto Dio, dal popolo" (art.6)

La lingua ufficiale[modifica | modifica sorgente]

È stabilito nella costituzione che la lingua ufficiale dello Stato irlandese è il gaelico, mentre l'inglese è presente solo come seconda lingua (art.8).

Secondo la costituzione le leggi avrebbero dovuto stabilire in quali uffici si sarebbe usato l'Inglese e in quali il Gaelico, ma le controversie sono insanabili.

Comunque il nome di alcuni organi statali e governativi è obbligatoriamente in Gaelico, per esempio quello del presidente "Uachtaran" del primo ministro "Taoiseach" e del parlamento "Oireachtas".

Modifiche alla costituzione[modifica | modifica sorgente]

La costituzione può essere modificata solo tramite un referendum nel quale devono votare tutti i cittadini irlandesi aventi 18 anni aventi anche il diritto di voto.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Solo Donegal, Cavan e Monaghan entrarono a far parte delle 26 contee indipendenti

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]